269 - Nembonume - Orifoglia - Solfeggiante - Antedain - Lithe - Granaio - Madrigale - Adulain - Macinale - Forense - PostApritore
268 - Dodecabrullo - Orifoglia - Solfeggiante - Lithe - Granaio - Madrigale - Adulain - Macinale - Forense - PostApritore
267 - Dodecabrullo - Nembonume - Orifoglia - Solfeggiante - Antedain - Lithe - Granaio - Madrigale - Adulain - Macinale - Forense - PostApritore
266 - Dodecabrullo - Nembonume - Orifoglia - Solfeggiante - Antedain - Lithe - Granaio - Madrigale - Adulain - Macinale - Forense - PostApritore
265 - Dodecabrullo



21 Madrigale 269 - I nuovi Turnar en'Haran di Tiond

16 Lothron per i Sindar di Tiond. Qualche luna era ormai passata da quando i Vice-Haran Eroil Edorieth e Zoltrix Dorlas avevano lasciato il loro incarico, che per molto tempo avevano portato avanti con determinazione e impegno, nonostante mille difficoltà. Tale decisione voleva permettere loro un periodo di tranquillità e di semplice convivenza con i fratelli ma anche soddisfare la necessità percepita dalla Verde di attingere a nuove forze e idee. L'Haran Rochben Celebrin, quella sera fresca di primavera, convocò i fratelli in Alta Nosse. Fratelli Anziani e giovani, saggi e novizi, uniti in un legame di continuo evolversi della millenaria stirpe. Il saggio Eryntar stava alla sua destra, contemplando gli sguardi curiosi dei convenuti e sondando i loro animi. Di lì a poco, sarebbe stato affidato a due di loro un compito difficile, pieno di responsabilità e doveri: il compito di far crescere Tiond al fianco dell'Haran. Le parole di Rochben cominciarono a risuonare nella sala e forti emozioni vibrarono nell'aria mentre il momento della nomina dei suoi nuovi consiglieri si avvicinava. Il suo sguardo incrociò gli occhi quasi spauriti dei presenti, e si soffermò su due fratelli, i cui nomi vennero pronunciati sollennemente: "Kiya GalenCeleb e Bucozin Arwel!" I due nomi vennero pronunciati e gioia si dipinse sui volti di tutti. Kiya GalenCeleb, molto si era data da fare nel suo ruolo di Tura en'Enedorn, Maestra dei Rami, e la sua dedizione e il suo intenso lavoro verso i novizi della Verde rappresentavano un punto di incontro tra le necessità della città e le aspirazioni dell'Haran. Bucozin Arwel, attento e meticoloso nella gestione delle risorse raccolte dai Fratelli per i Fratelli, era un elemento essenziale al funzionamento ottimale della Verde. Due storie diverse, due abilità diverse. Due abilità che avevano colpito l'Haran che ora affidava a loro il titolo di Turnar en'Haran. A questo punto Eryntar porse a Rochben due incredibili Staffe Dorate con Foglie anch'esse Dorate intrecciate attorno al bastone. L'Haran le consegnò ai due Fratelli, come simbolo del loro nuovo compito di Vice Rè. Questi simboli li avrebbero sorretti nei momenti di difficoltà, gli avrebbero ricordato i loro doveri e sarebbero stati da monito per tutti i fratelli nei loro confronti. Davanti ai due visibilmente emozionati, Celebrin disse ancora due parole ai fratelli riuniti, ricordando l'importanza del loro ruolo. "Le loro parole abbiano lo stesso peso delle mie" ribadì infine Celebrin. La rinascita della Verde ora era affidata a loro. E la fiducia dei presenti si manifestò in applausi e sorrisi accondiscendenti. I bardi Sindarin cantarono a lungo di quel giorno così importante. E l'eco di quel canto ancor si ode nella foresta millenaria.

Annali della Verde

20 Madrigale 269 - Cerimonia di Cittadinanza

*Una pergamena istoriata d'argento viene affissa in bella mostra sulla bacheca cittadina* *Il medesimo messaggio è scandito a gran voce dalla strillona* Udite, Udite!!! I seguenti novizi della Splendente Ondolinde: Inwe, Eledhwen, Rhaereandir, Orowen, sono invitati a recarsi alla seconda ora del pomeriggio del 22 Lothron presso la palestra a est del Bianco Palazzo, vestiti solo di una lunga tunica immacolata, con nient'altro indosso. Essi dovranno prestare giuramento davanti al Tulip e alla popolazione della Splendente per accedere alla cittadinanza che da tanto bramano. Il Popolo della Luce ha parlato. Che i Valar ascoltino e lo rendano indelebile nella storia.

Cronache Elfiche

15 Madrigale 269 - Ricerca traghettatori

*una pergamena è affissa nella bacheca in prossimità della banca di Rotiniel* La Città di Rotiniel ricerca traghettatori per percorrere la tratta Rotiniel-Hammereim e ritorno. Al traghettatore verrà affidata una nave di proprietà della città, ed egli si limiterà a portare a bordo i passeggeri muniti di biglietto, percependo per ogni biglietto consegnato all'ufficio apposito una somma di 250 monete. I requisiti sono i seguenti. Il candidato dovrà: -essere cittadino di Rotiniel, regolarmente iscritto alla pietra cittadina e all'anagrafe. -non essere ricercato dalle forze dell'ordine dell'Impero delle Westlands -essere capace di governare una nave. La domanda dovrà pervenire entro sette giorni da oggi: essa dovrà essere imbucata nella cassetta postale del Senato, o affissa qui di seguito. Il candidato dovrà specificare i turni di sua disponibilità, scegliendo tra una o più delle traversate che avverranno tutti i giorni due volte al giorno (una alla quindicesima ora, ed una mezz'ora dopo la ventunesima ora) Tutte le proposte saranno accolte, maggiore sarà il numero di turni disponibili, maggiroe l'opportunità di guadagno. Il Senato di Rotiniel

Orcam de Leon