269 - Nembonume - Orifoglia - Solfeggiante - Antedain - Lithe - Granaio - Madrigale - Adulain - Macinale - Forense - PostApritore
268 - Dodecabrullo - Orifoglia - Solfeggiante - Lithe - Granaio - Madrigale - Adulain - Macinale - Forense - PostApritore
267 - Dodecabrullo - Nembonume - Orifoglia - Solfeggiante - Antedain - Lithe - Granaio - Madrigale - Adulain - Macinale - Forense - PostApritore
266 - Dodecabrullo - Nembonume - Orifoglia - Solfeggiante - Antedain - Lithe - Granaio - Madrigale - Adulain - Macinale - Forense - PostApritore
265 - Dodecabrullo



27 Forense 268 - Battaglia sull'isola dei Drow

...Osgood si era tradito e aveva celato a Mithras l'ubicazione dell'isola dove il suo sacro simbolo si sarebbe potuto ritrovare. Il Drago Smeraldo oramai era al sicuro in Alta Nosse, ma il sacrificio personale del Ereb Yassen Lye Ooma per riaverlo, non poteva lasciare la Verde con le mani in mano... ...e così i Sindar organizzarono una spedizione con la loro preziosissima barca, alla volta dell'isola dei Drow... Alla missione vi era l'Haran Ghera,il Meiva en’Toror Calen Noldorn,l'ambasciatore Mithras, la bellissima e rapidissima Lothiriel, il giovane e coraggioso Aeltherfif,l'Iant Istar Alkarinque,l'apprendista mago Ithron, il potentissimo Luxor e l'affezionatissimo mellon di Tiond Yuhuang. ...Calen, come comandante dell'imbarcazione, si dimostrò subito molto capace e, impartendo comandi precisi al timoniere portò i Sindar nei pressi dell'isola indicata da Mithras. Avvicinati alla costa, un nutrito nugolo di drow, attendeva a terra lo sbarco dei Tiondini. Le frecce scoccate dai ranger e i potenti incantesimi lanciati dai maghi, misero subito i malvagi in fuga; lo sbarco effettivo riuscì quindi senza troppi problemi. L'aria che si respirava su quell'isola era molto pesante e impregnata di uno sgradevole odore; l'esalazioni che dalla terra fuoriuscivano rendevano difficoltosa l'ossigenazione e quindi la nitidezza nei movimenti degli elfi silvani. Il coraggioso gruppetto, appena vide all'orizzonte un'orda di drow di ogni tipo avvicinarsi, si armò e si preparò alla battaglia. Lo scontro fu durissimo e durò per molte ore, ma i Sindar, grazie alla loro notevole e celebre organizzazione bellica, riuscirono ben presto ad avanzare sul sentiero che portava al rifugio in roccia dei drow, tra i corpi di quest'ultimi senza vita a terra, trafitti da lame e frecce o carbonizzati da potenti incantesimi. La vittoria sembrava essere in pugno, quando però una seconda ondata di elfi corrotti, ancora più numerosa e potente della prima, attaccò i Sindar meschinamente di sorpresa, costringendoli a un rilevante ripiegamento difensivo... ...buone nuove comunque giungevano dall'oceano: i fratelli quenya infatti, a bordo della loro imbarcazione, stavano giungendo a ricompattare la temibilissima Alleanza Elfica e a dare quindi manforte ai fratelli Sindar presenti sul campo di battaglia. Riorganizzate quindi le forze e le idee, l'Alleanza Elfica si preparò allo scontro decisivo contro le numerosissime truppe drow. Ancora una volta la battaglia fu di notevole ferocia, ma i coraggiosi Elfi dell'Alleanza risultarono essere troppo al di sopra per poter subire una sconfitta e infatti ben presto il fortino in pietra dei drow fu conquistato. Purtroppo però, nessuna traccia del medaglione sacro di Mithras, fu stata ritrovata durante lo scontro; Osgood, che durante la lotta apparve solamente per pochi attimi, probabilmente riuscì a preservarlo dall'invasione elfica e a portarlo via con sè... ...la lotta dunque sarà sempre più dura per l'Alleanza, però sul campo di battaglia quella sera, fu mostrato tutto il maestoso potenziale della Verde e della Splendente, che annichilì la ferocia e l'arroganza drow con un combattimento dai risvolti epici...

dalle Cronache di Tiond

25 Forense 268 - Erano Turas, sono Vargos

La notte cominciava a calare sulle terre ghiacciate di Helcaraxe, e un leggero frastuono si udiva dalla piazza. I nordici giravano armati e ben corazzati, sembrava la preparazione per qualche battaglia, ma l'atmosfera non era la solita. Strani silenzi, come se stessero pregando mentre si preparavano. Un cavallo si avvicinava di corsa, tutti alzarono gli occhi a guardarlo, era lo Jarl. -"SIETE PRONTI TURAS? QUESTA DEVE ESSERE ULTIMA VOLTA CHE IO VI CHIAMA COSI'!!" Un urlo in coro di risposta: -"SIIIII!" E il silenzio si ruppe. Si stavano preparando per la loro prova, per quella prova che li avrebbe portati a essere dei Vargos di Helcaraxe. Dovevano combattere contro le loro paure, dovevano provare il loro valore e mettere in atto cio' che avevano imparato fino a quel giorno. Erano li in fila ad aspettare il loro momento: Kirk Hammer, Medeo Arrow, Nevil e Odin. Gli occhi fissi diretti fuori le mura, come se stessero aspettando qualcuno o qualcosa. Il primo a partire fu Kirk, poi Odin, quindi Nevil e Medeo. Tutti gli abitanti erano in piazza ad aspettarli uno ad uno mentre voci di preghiera si udivano in sottofondo. - "VARGOOOOSSSS" gridava lo Jarl quando varcavano l'arco delle porte rientrando in piazza. E lo grido' per ben quattro volte, fiero dei suoi Vargos, fiero del loro onore e del loro coraggio. Per tutta la notte si udirono urla di gioia e di festa dalla locanda vicino al porto... Che Aengus li guidi contro i nemici e li aiuti a proteggere i loro fratelli! ONORE AI NUOVI VARGOS! GLORIA A HELCARAXE!

Dalle Cronache dei Ghiacci

13 Forense 268 - La Perla straccia i prezzi !

* Una pergamena dai colori sgargianti affissa alla bacheca di Rotiniel e delle copie vengono inviate a tutte le Città del Reame Elfico e del Regno Umano, domandano che sia affisse anche nelle loro. Reca lo stemma del Senato di Rotiniel in basso * UDITE UDITE !! Come primo cambiamento all'interno della Perla, il Senato di Rotiniel abbassa tutti i prezzi, sia per i Cittadini riguardo alle case che per i forestieri riguardo i permessi, riducendoli a oneri quasi simbolici per il mero controllo degli ingressi. Possa questo gesto d'incontro portare aria fresca al commercio e ai rapporti amichevoli tra noi tutti. 50 mo al giorno per lo sfruttamento di risorse (per ogni tipo di risorsa sfruttata). 100 mo visto per un mese. 100 mo per il passaggio in acque limitrofe a Rotiniel. 200 mo per l'attracco. 500 mo al giorno per il mantenimento in porto. 1000 mo affitto mensile Palafitte. Per i soli Cittadini : 20.000 mo vendita Palafitte. 20.000 mo vendita Case di piccole dimensioni a un piano. 35.000 mo vendita Case di medie dimensioni a un piano. 50.000 mo vendita Case di piccole dimensioni a due piani. 75.000 mo vendita Case di medie dimensioni a due piani. Per ordini o richieste di permessi potete contattare direttamente i membri del Senato tramite missiva che vi indirizzeranno a chi di dovere all'interno della Città.

$iriel, Regina di Rotiniel

13 Forense 268 - Torneo ad Hammerheim

*Una Pergamena pregiata è affissa in tutti i regni di Ardania* *Delle pergamene compaiono magicamente affisse in tutte le locande, crocevia e posti di facile raggiungimento, di Ardania* Udite Genti di Ardania, la Gloriosa Hammerheim, in nome dell'Imperatore,vi annuncia un evento che potrebbe cambiare le vostre sorti, vi da la possibilità di partecipare ad un Glorioso torneo che cambierà radicalmente la vostra vita, dandovi Fama, Gloria e Prestigio. E' indetto un Torneo, nel quale è messa in Palio Un Arma unica al mondo, "La Lama delle Rose", una spada da Cavaliere, leggera come uno stelo, dalla lama accuratamente Affilata e tagliente che un tempo apparteneva a Sir Reginald delle Rose, della omonima casata, rinvenuta dall' Illustre e Sommo Tetrarca Anziano Sardaucas durante una Sua Spedizione, e gentilmente donata per dare prestigio al Torneo. Il Torneo si svolgerà in 2 giornate in data da definirsi della settimana dal 2 di Forense, ma è possibile iscriversi gia da ora firmando appositamente nello spazio sottostante. Signori leggete attentamente la regolamentazione del torneo e Accorrete numerosi, La Gloria, Il Prestigio e La fama vi attendono. Torneo “La Lama delle Rose” Questo Torneo è stato indetto al fine di far Emergere il miglior combattente di Ardania, e per dare uno spettacolo degno alla città di Hammerheim, il Torneo è aperto a tutti il Valorosi che vorranno partecipare, per dare spettacolo il Onore dell’Imperatore Grifis e per Gloriarsi delle loro gesta. La quota di Iscrizione sarà di 1000 monete d’oro per partecipante, che saranno poi donate alla popolazione di Hammerheim per la costruzione di un nuovo Porto per incrementare i Rapporti commerciali con gli altri regni. Potranno iscriversi Potenti Guerrieri, Indomiti Barbari, ed Esperti Ranger, al fine di misurarsi per stabilire chi sia il più forte. Regolamento: 1) Ogni Partecipante potrà avvalersi della sua migliore Armatura 2) Ogni Partecipante potrà utilizzare una sola Arma a scelta che perdurerà per tutta la durata della prestazione. 3) Saranno concesse solo 10 Bende per partecipante 4) Saranno concesse solamente 3 Pozioni magiche a scelta del soggetto che gli verranno donate dagli alchimisti Accademici, prima di iniziare la tenzone. 5) Si potranno effettuare delle scommesse tra i partecipanti, mettendo in palio il proprio equipaggiamento in caso di sconfitta. 6) In caso di Scommessa, Il vincitore potrà avvalersi dell’Equipaggiamento dello Sconfitto, mantenendo sempre fede al regolamento del torneo. 7) Ogni Partecipante potrà arrendersi chiedendo la sospensione della Tenzone, pronunciando la se gente Frase: “Mi Arrendo!” 8) Ogni Partecipante sarà iscritto ufficialmente dopo aver versato la quota di 1000 monete d’oro. 9) Vi saranno Premi per il 1°, il 2° e 3° classificato. 10) In Base al numero di partecipanti vi sarà la possibilità di un ripescaggio in eventuale discrepanza di accoppiamenti per le finali del torneo. Torneo a Squadre. Questo Torneo è stato indetto al fine di far Emergere la miglior formazione combattente di Ardania, e per dare uno spettacolo degno alla città di Hammerheim, il Torneo è aperto a tutti il Valorosi che vorranno partecipare, per dare spettacolo il Onore dell’Imperatore Grifis e per Gloriarsi delle loro gesta. La quota di Iscrizione sarà di 1500 monete d’oro per squadra che saranno poi donate alla popolazione di Hammerheim. Potranno iscriversi,Sapienti Maghi, Saggi Druidi, Religiosi Sacerdoti, Potenti Guerrieri, Indomiti Barbari, ed Esperti Ranger, al fine di misurarsi per stabilire chi sia il più forte. Regolamento: 1) Ogni squadra sarà composta da 3 Soggetti. 2) Ogni squadra potrà essere composta indifferentemente da soggetti di ugual esperienza. 3) Saranno concesse solo 10 Bende per partecipante 4) Saranno concesse solamente 3 Pozioni magiche a scelta del soggetto che gli verranno donate dagli alchimisti Accademici, prima di iniziare la tenzone. 5) Si potranno effettuare delle scommesse tra i partecipanti, mettendo in palio il proprio equipaggiamento in caso di sconfitta. 6) In caso di Scommessa, Il vincitore potrà avvalersi dell’Equipaggiamento dello Sconfitto, mantenendo sempre fede al regolamento del torneo. 7) Ogni Squadra potrà arrendersi chiedendo la sospensione della Tenzone, pronunciando la se gente Frase: “Ci Arrendiamo!” 8) Ogni Partecipante sarà iscritto ufficialmente dopo aver versato la quota di 1500 monete d’oro. 9) Vi saranno Premi per il 1°, il 2° classificato. 10) In Base al numero di partecipanti vi sarà la possibilità di un ripescaggio in eventuale discrepanza di accoppiamenti per le finali del torneo. 11) Ogni Squadra potrà avvalersi del miglior equipaggiamento da lei posseduto 12) Ogni squadra potrà avvalersi dell’uso di qualsiasi arma. 13) Ogni squadra dovrà scegliere un proprio appellativo prima di iscriversi come per esempio “i draghi delle westlands” e dovrà dichiarare i nomi dei componenti della squadra stessa. é possibile iscriversi nominalmente firmando questa pergamena, per ottenere una iscrizione effetttiva occorrera versare la somma stabilita al sommo Tetrarca Anziano dell'Accademia. Ieri 12 Forense, si è concluso il torneo "la Lama delle Rose" con grande successo, Imigliori combattenti di Ardania si sono affrontati singolarmente, in una tenzone leale. Uno di loro è riuscito a distinguersi con Onore, il Vincitore del Torneo LEX Ieri 12 forense, si è concluso anche il torneo a squadre, con grande maestria la Squadra "legion's" composta da Wiliam McLane Karas BlackWolf Heronius Si è dimostrata superiore vincendo il torneo. La città di Hammerheim si Congratula con i vincitori!

Sardaucas Sommo Tetrarca dell'Accademia di Hammerheim

12 Forense 268 - Drow anche a Tiond

Anche a Tiond e' stata riscontrata la presenza di Drow, vicino alla miniera cittadina. Un piccolo manipolo, 6-7 elfi scuri, comandati da un ufficiale cavaliere. Pelli oscure, oscuri presagi.

Cronache di Ardania

11 Forense 268 - Avvistamento Drow

Un piccolo gruppetto di Drow sembra essere stato avvistato molto vicino alla Valle Celata. E' molto raro trovare queste creature cosi' vicino agli altri insediamenti elfici.. che stiano tramando qualcosa?

Cronache di Ardania

4 Forense 268 - Incoronazione a Rotiniel

La Perla dei Mari brillava di luci, stagliandosi sul mare nero della notte, come stella nel firmamento. 29 PostApritore 268. All'ora nona della sera i Cittadini cominciarono ad affollare impazienti la piazza di Rotiniel, intenti ad adornarsi e sistemarsi per la Cerimonia che di lì a poco avrebbe avuto luogo a Palazzo: l'ufficializzazione del Senato. Il nuovo Governo, composto da tre Senatori, Hyywell, Justinar e Vartharg e dalla loro Regina Siriel, aveva preso posto a capo della Perla già il mese scorso, risistemando a dovere i tre Ordini cittadini e ponendo le basi per amichevoli alleanze, politiche e commerciali. Dopo aver indetto una settimana d'ininterrotti festeggiamenti, ecco giungere la Cerimonia d'Incoronazione. Il Palazzo riluceva a giorno ! L'aroma dei fiori freschi dietro ai quattro troni, in alto, sopra la Stele Cittadina, riempiva la sala. Dinnanzi, gli spettatori si distribuirono in file ordinate: i Cittadini di Rotiniel per primi, seguiti dalle delegazioni dell'Accademia delle Arti Arcane, di Hammerheilm e di Helcaraxe, insieme ad altre persone senza livrea cittadina. Siriel chiamò ad uno ad uno i Senatori, facendoli giurare sulla Stele e sulla Città di portare con valore la carica loro concessa, capeggiando i rispettivi Ordini sempre seguendo il bene dei Cittadini e della Perla. "Su Earlann che protegge la mia Città, io lo giuro", esordì il Senatore Vartharg, Gran Maestro del Tempio. "Certamente !", rispose con fermezza il Senatore Hyywell, Ammiraglio della Flotta. "Giuro di servire la Città, in pace ed in guerra, con lealtà", riprese il Senatore Justinar, Ministro del Commercio della Lega delle Arti e dei Mestieri. Siriel pose loro in mano uno scettro di pregiato cristallo dai riflessi azzurri, come simbolo dell'autorità senatoriale. Fresco d'investitura il Senatore Vartharg riprese il giuramento per Siriel che rispose commossa: "Sì, lo giuro". Una corona dello stesso cristallo fu posata sul suo capo e lo scettro senatoriale posto sul braccio. Il Senato così formato prese posto sui troni, tutti allineati a simboleggiare la paritaria posizione di tutti i suoi componenti. Un lungo applauso della folla si riversò nella sala e varie grida d'approvazione inneggiarono alla Perla. Con un breve discorso conclusivo, la Regina Siriel ringraziò e congedò tutti i partecipanti, dichiarando le cariche di Rotiniel tutta finalmente ufficializzate. Invitò poi chi volesse continuare nei festeggiamenti a seguirla nella Sala delle Riunioni del Palazzo, adibita a banchetto per l'occasione. Numerosi brindisi tintinnarono in onore della Perla e le parole scorsero vivaci come il vino fra tutti i commensali. Un abile cantastorie si esibì in una splendida poesia per rallegrare la folla e suonò magistralmente l'arpa per aprire le danze. La festa si concluse diverse ore più tardi, quando tutti ormai ebbri della radiosità della serata si congedarono per fare ritorno alle loro dimore. Ha inizio per Rotiniel una nuova era ! Possa l'augurio di prosperità e pace giunto questa notte accompagnare la Città lungo il futuro cammino.

$iriel, Regina di Rotiniel

3 Forense 268 - Prima sconfitta per Osgood, elfo del male

Osgood, seguace dell'oscuro signore, ha subito una prima sconfitta nella sua personale battaglia contro la Verde. Joleth, rapito nello spirito dall'elfo rinnegato e ora votato al male, è caduto per due volte in diverse battaglie, avvenute nei pressi della foresta di Earlan. Prima, sotto i potentissimi incantesimi di uno dei saggi e anziani maghi che abitano la Verde, l'Iant Istar Zoltrix. Poi, contro i colpi d' albarda dell'Haran Ghera, aiutato in maniera decisiva dalle cure di Nashira, Aina’Naur en’Ohta di Tiond. La vera sconfitta di Osgood, in questo capitolo della lunga guerra che si prospetta, l'avremo quando sarà possibile recuperare, dall'incantesimo che lo tiene prigioniero, il nostro fratello Joleth; sarà necessario trovare la formula necessaria a sfilargli l'elmo magico che lo possiede. Tra le tetre nubi che avvolgono i cieli del Reame in questi burrascosi tempi, filtra ora magicamente qualche speranzoso raggio di sole. Che Beltaine ci preservi dal male e che Suldanas ci infonda sempre la stessa forza di combatterlo. Che essi siano lo scudo e la spada di Tiond. Osgood, che ti sia d'auspicio la rabbia Sindar che alberga nei tuoi sofferti sogni ... !!

dalle cronache di Tiond

2 Forense 268 - Il Valore di un Cavaliere

Aranur lascia la riunione insieme ai fratelli ed esce dalla bianca sala di fianco al Tulip. La riunione come tante altre era stata fitta di decisioni da prendere, da responsabilità da accollarsi, di scherzi divertenti, e di argomenti importanti. Questa riunione più delle altre aveva in se la fondazione di un nuovo ordine cavalleresco, l’Ordine della Sacra Fiamma. Un ordine militare in primis ma poggiante sulle Nobili Virtù che naturalmente sgorgano dai cuori elfici: equivaleva a dire l’elite di Ondolinde sia sotto il profilo bellico sia sotto il profilo della purezza d’animo. Aranur ci teneva. Aveva sentito dei preparativi ed alla riunione oltre al proclama dell’Haran Arion Syrmyl sulla fondazione, fece seguito una lunga serie di richieste per sottoporsi alla Prova. Già…la prova…chissà cosa sarebbe successo…si mormorava che le prove in minima parte sarebbero state di tipo guerresco… Aranur non prestava attenzione alle chiacchiere e dopo il saluto che usava fare alle radici del Sacro Tulip andò a coricarsi. Aranur si era proposto per la carica di Cavaliere della Virtù del Valore. Essere Cavaliere del Valore implicava una inflessibilità nel porsi in ogni momento, una resistenza ai condizionamenti di qualsiasi natura, il mantenere puri i propri intenti e la propria volontà in ogni frangente. La forza di Volontà… Quella non l’aveva mai abbandonato….grazie a questa era riuscito a sopravvivere al lungo periodo di prigionia forzata senza cedere alla disperazione che uccide l’anima immortale di ogni Quenya. Aranur ha sempre lottato seppur faticosamente e avrebbe continuato a farlo. Essere Cavaliere implicava essere il più portato. Aranur non sapeva di essere il migliore ma sicuramente avrebbe testimoniato con i propri gesti il Valore che sentiva dentro. Con questi pensieri chiuse gli occhi e si mise a meditare. La vita ad Ondolinde scorreva nella tranquillità e nell’armonia come qualsiasi giorno, nessun cambiamento apparente. Aranur adora passare in piazza i propri momenti liberi per discutere di problemi seri e fatti buffi con i fratelli e gli ospiti. Dopo qualche giorno Aranur in presenza dell’Haran Arion Syrmyl passò la prova di cui tacerò le modalità e i metodi per mantenere segreta una prova che ogni cavaliere dovrà affrontare da solo. Non se l’aspettava e passarla fu un fatto quasi naturale. L’Haran Arion Syrmyl terminata la prova si pronunciò: “Basta così Cavaliere hai superato la prova.” Aranur rimase bloccato dallo stupore e dalla gioia mentre l’Haran si dichiarò soddisfatto per questo fatto a sua detta ovvio e dal risultato certo. Aranur sentì per la prima volta da quando era nato di avere un compito importante, una responsabilità verso la comunità di fratelli e una gioia immensa che non riusciva ad esprimere. Fecero ritorno in città e fu come entrare per la prima volta in città… L’Haran notò l’ebbrezza di felicità nel volto del fratello e per portarlo di nuovo con i piedi a terra gli comunicò che ci sarebbe stata una cerimonia ufficiale per decretare la prima nomina fra i Cavalieri dell’Ordine della Sacra Fiamma

Dal diario di Aranur Tylionwe