269 - Nembonume - Orifoglia - Solfeggiante - Antedain - Lithe - Granaio - Madrigale - Adulain - Macinale - Forense - PostApritore
268 - Dodecabrullo - Orifoglia - Solfeggiante - Lithe - Granaio - Madrigale - Adulain - Macinale - Forense - PostApritore
267 - Dodecabrullo - Nembonume - Orifoglia - Solfeggiante - Antedain - Lithe - Granaio - Madrigale - Adulain - Macinale - Forense - PostApritore
266 - Dodecabrullo - Nembonume - Orifoglia - Solfeggiante - Antedain - Lithe - Granaio - Madrigale - Adulain - Macinale - Forense - PostApritore
265 - Dodecabrullo



6 Solfeggiante 267 - La scomparsa di Melshir e la fine del Nono

Giunta nei pressi della piazza ho cominciato a sentire odore di sangue umano e demoniaco, poi urla di battaglia quasi coperte da due voci alte e sommesse. Dinnanzi ai miei occhi un enorme drago nero attorniato dai guerrieri che sembravano quasi bimbi rispetto a lui. L'altra voce era quella di Lady Melshir, alta e pura invocava Awen. Non erano ne' un normale drago nero, ne' la solita Melshir. Emanavano tutti e due un forza immensamente piu' grande del normale. La forza maligna del drago era immensa e sottile come una lama nera,puramente malvagia ,l'avevo gia' sentita.. era mutata la forma ma non l'essenza: era uno dei Nove. Il Nono per l'appunto. Melshir si ergeva davanti a lui, tenendogli testa, la sua pelle era quasi luminosa, i suoi occhi bianchi, bianca come il latte anche l'aura che emanava. Si fronteggiavano testa a testa senza che nessuno dei due perdesse terreno. Il demone ci rideva sadicamente in faccia dicendo che avrebbe distrutto Melshir; i miliziani e i semplici guerrieri di passaggio, radunatisi in piazza assistevano senza poter far nulla, poichè l'essere era totalmente invulnerabile, e contemporaneamente spettri e demoni minori comparivano a tratti creando scompiglio. Poi vi è stato un grande sconvolgimento, la terra si è scossa, e la pontefice e' scomparsa con un lampo, e il demone rideva ancora piu' forte" HO preso tutti i ricordi di Melshir..Ora non esistono piu'! Ora lei e' un semplice guscio vuoto..senza nulla". HO sentito una rabbia immensa crescermi dentro avrei voluto dilaniargli il petto a mani nude! Gli uomini presi da furia aggredivano invano il demone, venendo sbalzati via dal suo corpo ora tramutatosi in una massa di energia impura... ma poi a un certo punto Melshir e' ricomparsa mutata, non era Lei era..Awen in persona! Colmo di rancore e tristezza per la sorte della sua prediletta ha combattuto con il Nono e l'ha spazzato via per poi scomparire nel nulla insieme al corpo della fanciulla. Per tutto il giorno Hammerheim e' rimasta nel lutto..Hammerheim ha reso Gloria a lady Melshir che l'ha difesa a costo della sua stessa vita.

Hickaru PhoenixFlame