Dal 2001, probabilmente il miglior gioco di ruolo online





Seguici su Facebook!

Votaci su GDR-online.com

hit counter

Votaci su UOShards

  Untitled Document

In questo manoscritto io lascio la Conoscenza dei fatti, delle persone e delle forze celesti che agirono in Ardania da quando iniziai ad interessarmi di questi affari fino ad oggi, giorno in cui gli Dei stanno per chiamarmi a render conto del mio operato. Un unico augurio lascio al lettore: che possa trovar utile cio' che su queste pagine e' vergato, poiche' la storia e' nuova solo se mai ci si volta a guardare quel che alle spalle si e' lasciato.

Postapritore - Roghi e Matrimoni
Al Nord, la guerra tra Hammerheim e Helcaraxe si conclude con la disfatta di quest'ultima e la cattura del Godar Van Anarkand. Costui verrà messo al rogo poco dopo, ritenuto colpevole di eresia da un tribunale costituito da Hammin, Cavalieri dell'Alba e Amoniani, unici, questi ultimi, favorevoli ad un verdetto di non colpevolezza.
Dopo il sanguinoso conflitto, con il quale torna a controllare tutte le terre comprese tra il Trivio e il passo dell'Orus Maer, Hammerheim festeggia le nozze di Re Dagheruk Whig con Lady Satine Lenoire, mentre Helcaraxe bandisce dai suoi territori le genti del Monastero e delle Westlands.
Ad Amon, rimasta estranea al conflitto, il Console Vhan Nightwolf decide di lasciare la sua carica; il governo rimane nelle mani del Dictator Giulius Darkbane e del Console Sharendar.
Nel Continente Elfico, la minaccia della Cometa contenente una Bestia capace di distruggere l'intero Doriath, viene sventata dagli eserciti di Ondolinde e Tiond, che mettono in fuga Osgood. il Regno di Rotiniel annette ai suoi domini l'Isola Azzurra, piccolo lembo di terra tra la Perla dei Mari e Ceoris.
Ad Ondolinde succede a Fartux, come nuovo Aran, Mahel Eruannon; all'incoronazione partecipano anche rappresentanti dell'Ordine Druidico, Ramjalar e Cavalieri dell'Alba, oltre alle principali regnanze di Ardania.
Nelle Terre Selvagge, l’Armata Djaredin si muove e allestisce un accampamento all’interno del territorio orchesco, a nord di Eldor, dando il via alla Guerra del Naggrund, mentre la Guerra del Deserto, appena conclusasi in favore di Loknar, lascia l'Oasi, Tremec, in una situazione difficile, che vede anche la scomparsa del Sultano Radish Udeen, il Devoto.

Forense - Guerra nel Doriath
Nel Doriath, con il ritorno di Zarathos a Luughnasad, l'Ordine delle Ombre assicura alle armate Drow l'aiuto di Corsari e Lame Silenti, in vista dell'imminente guerra contro Tiond. Il cultisti, col supporto degli alleati, dopo una lunga battaglia sulle sponde del Salkien Duin, sul limitare del sacro bosco di Earlann, riescono a sopraffare le difese e ad invadere la Verde.
Rotiniel manda un contingente presso Ilkorin ed il Senatore Mith Vigan si consegna agli occupanti, di propria iniziativa, in cambio della liberazione di civili Sindar catturati nello scontro.
Nelle terre orchesche invece, gli Djaredin, dopo aver subito un attacco nei loro accampamenti, sferrano il colpo finale della Guerra del Naggrund, marciando sulla città degli orchi.
A Tremec, diffusesi voci sulla falsa abdicazione a favore di Radish Udeen, si riafferma segretamente la figura di Dijon “il Giusto” come legittimo Sultano.
Il continente umano vive un periodo di relativa tranquillità, e mentre Hammerheim pensa alla riapertura dell' Orus Maer ed Amon attua grandi cambiamenti all'interno della Legione e delle Centurie, entrambe si alleano con Loknar ed Eldor per stanare l'organizzazione criminale delle Lame Silenti, che si nasconde nelle rovine della Vecchia Amon, ma i briganti riescono a fuggire.
Lo spirito inquieto della Sacerdotessa Naruk Valdar, che imperversava su Helcaraxe con il potere concessogli da Danu, per riportare al credo i fedeli, riceve con il funerale il giusto riposo.
Attacchi di draghi serpentini in superficie e nei cunicoli nanici attirano l'attenzione dei Cavalieri dell'Alba, che subito consultano l'Ordine Druidico, all'interno del quale i paramenti di Gerofante passano a Rosie O'Ryen, che succede ad Enoch.

Macinale - Assedio degli Orchi
I vertici di Amon, Hammerheim, Loknar e Eldor si riuniscono e si garantiscono a vicenda collaborazione anche per il futuro, nel caso in cui le Lame Silenti dovessero tornare in qualche modo a rappresentare una minaccia.
Proprio alla Guerriera, grazie all'aiuto del popolo Djaredin e dei Nordici venuti in soccorso, dopo estenuanti battaglie, gli eserciti alleati riescono a respingere gli orchi che assediavano la città e liberano Vecchia Amon. Poco dopo il Dictator Giulius Darkbane parte per la ricerca di una reliquia, lasciando in questo modo la città nelle mani dell'unico Console Sharendar.
Altri draghi serpentini e grossi scarafaggi attaccano Hammerheim, che li respinge e si avventura ad esplorare la voragine dalla quale le creature sono venute.
Ad Helcaraxe, lo Jarl Rone Ravenlock ufficializza il bando per i forestieri decretando così una chiusura più profonda dell'isola.
Nel Doriath, dopo aver tentato invano di liberare il Senatore Vingan, tenuto ostaggio sull'Isola Drow dall'Ordine delle Ombre, l'esercito di Rotiniel si unisce a quelli di Ondolinde e Tiond per invocare la benedizione degli dei in vista della battaglia. La Verde, dopo un sanguinoso scontro, viene liberata, ma non prima di essere depredata dei suoi tesori.
I Druidi di Paranor si adoperano per purificare il Salkien Duin, avvelenato dalle forze occupanti Tiond, e indagano le cause degli attacchi di Draghi Serpentini.
Nelle profondità di Kard Dorgast, il Morgat Khazador Teiwar dà ufficialmente il via ai festeggiamenti in onore di Berzale, mentre nel deserto, i Tremecciani scelgono Waqih Udeen per portare le loro rimostranze riguardo il governo di Loknar al Connestabile ed ai Consiglieri.

Adulain - Riconquiste e ricostruzioni
Tornata la pace nel Doriath, le città Elfiche si riuniscono per celebrare la vittoria e i caduti all'Isola dei Re, presso Rotiniel. Con un potente antidoto, i Druidi risanano il Salkien Duin e a Tiond si tiene l'incoronazione del nuovo Re Aeltherfif, che succede a Tinuvel. A Luughnasad invece, l'Aracnomante Zarathos sposa Auril Oustil e si vedono completati i lavori di ristrutturazione con l'apertura del mercato e della porta principale.
Un nuovo problema turba però le terre degli elfi: alghe putrescenti e strane creature infestano le coste di Rotiniel, e a nulla valgono i tentativi dei Druidi per normalizzare la situazione.
Nel continente umano, ad Amon procedono i lavori di ristrutturazione della città a seguito del passaggio degli orchi; ad Hammerheim il Priore Rhett Hyral entra in conflitto con la Regina Satine Lenoir che pretende di nominare sacerdotessa una persona esterna al Priorato. Ne consegue una scomunica nei confronti della regina, ma tutte le autorità Hammin si schierano con la casa reale e il Priore viene arrestato e sollevato dall'incarico.
Sull'Isola di Helcaraxe Rone Ravenlok cede la carica di Jarl a Droogdush, mentre nel Regno Djare, terminate le celebrazioni per Berzale, prendono il via i lavori per l’ampliamento e il consolidamento dell’avamposto presso Varr Nadarun.
Nelle Terre Selvagge, a Tremec, dopo un lungo periodo di valutazione, Loknar assegna a Waqih Udeen la carica di Amir e il Sultano Dijon lo premia nominandolo segretamente Gran Visir. Una ciurma di pirati non morti attacca il villaggio di Waka Nui, ma i Cavalieri dell'Alba, coadiuvati dalla Fratellanza Ramjalar, prontamente avvisati e accorsi, aiuteranno a sgombrare il loro covo.

Madrigale - Il terrore viene dalle acque
I lavori di ricostruzione di Amon terminano; nel mentre viene sventato il complotto di Abbadon Majere, che, con l'aiuto delle Lame Silenti, tentava di diventare unico Console di Amon e di cacciare quanti si opponevano a lui e ai suoi collaboratori.
Anche a Varr Nadarun l'ampliamento viene portato a termine, e gli Djaredin si riuniscono per discutere il ritrovamento della pietra dei Clan.
A Rotiniel persistono strani eventi lungo le coste e si verificano attacchi di uomini-pesce. Uno dei loro sciamani, impazzito, si scopre essere la causa di tutto; sbarcando sulla sua isola, l'esercito Rotinrim sventa la minaccia.
Nuovi attacchi della ciurma non-morta del capitano Mefistofele si registrano a Tiond, Ondolinde e Helcaraxe, che riescono però a scacciarlo dalle loro coste.
Sempre nel Nord, Arnagarour sfida Nanuk nell'Holmganga e, dopo essere stato pervaso dallo spirito dell'orso, uccide lo Jarl, assicurandosi così il volere degli dei nel succedergli.
Una pietra cade dal cielo nella piana sopra Deanad nei pressi del lago Sareen eruttando creature extradimensionali aggressive. I cavalieri dell'Alba partecipano agli scontri e sigillano il meteorite.
Viene stipulata un'alleanza tra la Comunità di Eldor e il Villaggio di Waka Nui.

Granaio - La disfatta del Re dei Lich
In tutta Ardania si verificano attacchi di orde di non-morti: dove non mietono vittime con le loro armate, flagellano le popolazioni con tremende maledizioni. Nonostante la situazione proibitiva, vengono ritrovati e distrutti portali rigurgitanti i terribili abomini, ed infine scoperto l'artefice: Volker, Signore dei Lich, che tramava da Surtur. Decisi a porre fine alla minaccia, gli eserciti di tutti i regni ardani marciano all'unisono sul luogo, incontrandosi lungo la via e trovandosi costretti ad unire le forze, dopo aver messo da parte gli asti razziali e storici, fino a trovarsi di fronte Volker e i suoi portali.
Dopo averli distrutti tutti con cariche esplosive, vedono giungere sul luogo Askan, il guardiano delle anime, e Kuranes, il signore dei Ghoul, intenzionati a regolare i conti con Volker. Dopo un combattimento, Kuranes riesce a sconfiggere Volker, e Askan irato per quella situazione di squilibrio nel suo regno delle anime, cancella con i suoi poteri l'intera costruzione. Molti riescono, fuggendo, a salvarsi dal crollo ed anche se ad un caro prezzo, Ardania torna alla normalità.
A margine di questi gravissimi accadimenti, a Tremec, a seguito della sua sparizione, l'Ezzedin Rayhan al Mansur viene deposto ad opera del Tempio di Lostris e con l'approvazione del Sultano e delle tende Antiche; a Rotiniel, dopo le dimissioni di Mith Vingan, diviene Senatore e Gran Maestro del Tempio Fhyldren; ad Amon, durante la cerimonia delle promozioni militari, Sharendar si proclama Primo Imperatore di Amon, confluendo su di se tutti i poteri degli ex-Consoli.
Lo Djare Dakkar Felekdum, accompagnato dal Morgat Khazador Teiwar, dal Got Ankor Tarja Giramondo e da una nutrita scorta, si reca a Loknar per offrire alla città umana un compromesso sul loro ritiro da Tremec, ma Loknar rifiuta.
Gli attacchi degli Ofidiani ai territori dei Terathan spingono il popolo della Velenosa ad appoggiare il colpo di mano di Shubniggurat, che, spodestata la sorella dal ruolo di Regina degli Ofidiani grazie al loro aiuto, firma con l'Aracnomante una pace di 6 mesi.
Nel mentre ad Eldor terminano i lavori di compreto rifacimento della sede, cominciati in Madrigale ed assegnati ad architetti mezz'elfi.

Lithe - Risveglio dall'incubo
Il mese di Lithe vede Ardania riprendersi lentamente dalle sue disavventure; ad Hammerheim, il cimitero, che rimaneva ancora in potere di un maleficio, viene liberato mentre in ogni dove si purificano i luoghi toccati dai non-morti, si celebrano le esequie dei caduti e si ringraziano gli Dei.
Non di meno, come dopo ogni grave sciagura, feste di ogni tipo vengono celebrate: tornei, giostre, spettacoli e banchetti, oltre alla annuale Grande Festa del raccolto dell'Ordine Druidico.
Nella città di Ondolinde, Ritolla viene incoronata Bianca Dama.
L'Alleanza Elfica si riunisce per tentare di debellare la minaccia continua e comune rappresentata dall'Ordine delle Ombre; le misure adottate però provocano reazioni da parte dei Cultisti, da cui sfociano una serie di scontri armati che arrivano ad interessare anche la piana di Ilkorin. Anche Eldor si scontra con i Luughiti, evitando però un aperto conflitto a causa di più urgenti problemi interni.

Antedain - Scontri nel Deserto
Nel periodo più caldo dell'anno, Loknar richiede una scorta tremecciana esperta del deserto per portare al villaggio dei lingotti provenienti dal sequestro di merce presso il bazaar dell'Oasi.
Presso il fiume Tikri, a ridosso del guado, numerose Harais fedeli ad Usul e guidate da un cantore Assid, bloccano il passo alla carovana, che si trova a lottare per la vita stessa respingendo con successo i predoni, anche se in numero soverchiante.
Il resto di Ardania riposa dopo le molte avversità superate.

Solfeggiante - Lo scisma del Nord
Alcuni fratelli dell'Ordine Druidico investigano sulla misteriosa nave di pirati non-morti comparsa presso Amon; insieme all'esercito amoniano, capeggiato dall'Imperatore Sharendar e dai Senatori Raimond e Charis Lamber, riescono nell'impresa di sconfiggere l'esercito nemico nella propria tana, localizzata in una caverna nella giungla a Sud di Tremec. Sempre ad Amon viene nominato come massima carica militare Zenithar Almasy e, dopo l'abdicazione dalla propria carica di Araxan, viene nominato Governatore Raimond Lamber.
A Helcaraxe, ad opera della Sacerdotessa Sybeal, avviene una rivoluzione della Chiesa del Nord che si distacca totalmente da ogni dottrina del continente.
Ad Hammerheim la Regina Satine Lenoire nomina Val Elaiser come successore di Xante Revial, dimessosi dall'incarico di Generale dei Martelli Dorati.
Nel Doriath, i Vilderon attaccano il tempio dedicato ad Earlann nei pressi dei loro cunicoli, uccidendone i sacerdoti. Le città del Doriath unite affrontano la minaccia celermente, riportando l'ordine in quei luoghi; riconsacreranno poi il tempio all'inizio del mese successivo, in una sentita cerimonia officiata congiuntamente dai cleri delle tre città.
Nel Regno di Djare, Kiira Cercatomo e Tarja Giramondo diventano Rodolan di Berzale.
Nelle Terre Selvagge gli orchi si fanno sempre piu pericolosi, ne vengono avvistati gruppi abili nel cavalcare lupi giganti, che si spingono fino ai confini di Eldor.

Orifoglia - Mese dei commerci
Nel Doriath, le tre città elfiche si riuniscono ad Ilkorin per la Cerimonia dei Sogni, celebrata dalle sacerdotesse di Morrigan Estel Morh, Midne Merwen e Ranyafea Silmerano.
Rotiniel organizza una spedizione nella caverna dei briganti del Tasso per controllare l'evolversi dei loro armamenti e monitorare le loro attività. La Tari Lindel firma con la Regina Satine un trattato che rinnova e rafforza l'alleanza con Hammerheim.
Nel continente umano, ad Amon, il Senatore Raimond Lamber depone la fascia di Governatore; a sostituirlo viene nominata Megajra.
Mentre i Cavalieri dell'Alba fanno da spola tra le città vicine, per portare le informazioni che reperiscono sul gruppo di criminali chiamati Guardiani del Silenzio, Amon suggella un'alleanza con Loknar per contrastare questi fuorilegge e ogni nemico dei rispettivi Regni.
Nel frattempo al Nord, Hulborg si dimostra centro nevralgico del commercio, organizzando una grande fiera che vede affluire genti da tutta Ardania.
Gli Djaredin rispondono organizzando la Grande Fiera ai piedi dell’avamposto nelle terre umane, che riscuote altrettanto successo. Proprio il popolo nanico ritrova, in una biblioteca nascosta, due antichi tomi in cui si parla di un’arma leggendaria, la Kuraz Karagor ed ha inizio la ricerca delle parti per realizzarla.
Sul finire di Orifoglia Loknar sequestra tre tende all'Oasi, passate di proprietà in trattative private, sostenendo fossero nuove assegnazioni irregolari dell'Amir Waqih Udeen, sospendendolo dall'incarico per questa motivazione..

Nembonume - Ombre sulle Terre Selvagge
A seguito del rinvenimento nelle tende sequestrate il mese precedente di materiale ritenuto compromettente, Loknar accusa le cariche e i capitenda di Tremec di aver violato il Trattato del Deserto. Il Consiglio decide quindi l'annessione dell'Oasi.
Presso il loro rifugio, i Raminghi allestiscono un campo che possa ospitare gli esuli tremecciani, coloro che avevano rifiutato di rimanere sotto i vessilli di Loknar; vi restano alcuni giorni, prima di accettare l'invito degli Djaredin alla Gemma, ritenuta più sicura e accogliente, dove si stabiliscono.
Questo non rallenta i nani nella ricerca del Kuraz Karagor: i Figli di Korg scoprono infatti un’antica forgia ormai in disuso.
Ad Ondolinde si tiene l'inaugurazione del museo cittadino, alla quale vengono invitate le altre città del Doriath, che torneranno anche per l'Hantalë, festa di ringraziamento a Beltaine per l'abbondanza delle messi. A Rotiniel invece si svolge come ogni anno il Torneo del Campione della Perla.
Nelle profondità della giungla, in tutt'altra zona di Ardania, il villaggio di Waka Nui, che mal sopporta la presenza dei Guardiani del Silenzio lì stanziatisi da giorni, si riunisce intorno allo sciamano. Questo, invocando gli spiriti della natura, permette ai Qwaylar di dileguarsi in un portale, lasciando i briganti a fronteggiare una creatura sconosciuta e ostile. La Fratellanza Ramjalar però, presente ai fatti e giunta in soccorso della tribù, riesce a distogliere i Guardiani del Silenzio a combattere l'entità.
Al Nord, Helcaraxe, segnata da numerosi lutti illustri, vede i complotti dei clan ribelli intensificarsi e le loro sortite sull'isola farsi più frequenti. Viene riammesso al Nord il primo Blackwolf dopo la grande scissione dei clan, Drakar, che riconosce l'autorità dei clan vigenti.
Avvisata da un archeologo della scoperta di una nuova piramide in un recente scavo, Amon si reca con Loknar a prenderne visione. Lì, i due gruppi devono affrontare l'esercito del Signore delle Mummie Azazel, riuscendo a sfuggire alla trappola dell'archeologo stesso, deciso a ottenere il favore dell'entità.
Avvengono numerosi scontri tra la Legione di Amon e l'organizzazione criminale dei "Guardiani del Silenzio" avente come covo la vicina foresta dei briganti.
Cerimonie di benedizione e ringraziamento si svolgono nei due templi di Althea, quello di Nosper e quello del Bosco Oscuro. In quest'ultimo i Cavalieri dell'Alba trovano i Guardiani del Silenzio e insieme agli Hammin ne giustiziano due.

Dodecabrullo - Il Nuovo Mondo
Il Doriath unito celebra la Notte del Sangue e della Vendetta. Dopo una prima cerimonia sotto le fronde del Tulip, si compie la Caccia Sacra nella Valle Terathan. Quando il gruppo, formato da elfi e credenti nei Valar delle tre città, giunge nei pressi della Regina dei Terathan, trova ad attenderli l'Ordine delle Ombre, che si sacrifica in una strenua difesa, non sufficiente però ad impedire il termine della celebrazione. In seguito i fedeli di Luugh presenzieranno alla cerimonia di investitura della nuova Regina Terathan. Su tutta Ardania si abbattono inaspettati cataclismi: maremoti, straripamenti e creature marine che emergono nei posti più impensati o piovono dai cieli. Molti avventurieri salpano per ricercarne la causa, e presto un gruppo composto da alcuni Djaredin e da un Amoniano si imbatte in un enorme gorgo marino; risucchiati da esso, si ritrovano in acque sconosciute. Trovata finalmente terra, scoprono di trovarsi su un continente inesplorato, popolato da genti ignare dell'esistenza di Ardania, e lo battezzano Ankor Drek. In seguito altre spedizioni ripetono l'impresa dei nani, e in tutte le città di diffonde la Notizia della incredibile scoperta. Nel mentre, al Nord, Arnagarour dei Valdar, sale alla guida del Clan. Il nuovo Maknar Bianco porta una svolta decisiva dimostrandosi conservatore determinato. I Briganti del Corvo prendono l'Orus Maer, e i Cavalieri dell'Alba supportano gli Hammin, quando numerosi viaggiatori vengono abbattuti dai briganti presso il passo. Nei territori di Hammerheim si tiene il Torneo dei Dieci Regni, un grande evento che vede partecipare campioni in rappresentanza di tutta Ardania. Jorek Squarciatroll conquista il primo posto per il Regno di Djare, ma accuse di scorrettezze innescano una contesa che, inaspritasi, porta al ferimento del Consigliere di Loknar Mirgal da parte di un marchingegno nanico. Si innescherà un crescendo di tensione tra i due popoli, con piccoli scontri e emissione di taglie da parte di Loknar su alcuni nani; nuovamente vento di guerra soffierà sul finire dell'anno, e scenari tetri si disegneranno per quello imminente.

 

 

Copyright 2001-2007 The Miracle Shard. Tutti i diritti riservati.
Sito creato da Omen e Pier.
Mantenuto da TMStaff.