Società matriarcali

Matriarcale è una società che pone al disopra della sua scala gerarchica una femmina, alla quale poi saranno riconosciuti grandi onori e privilegi. In Ardania le aberrazioni che basano il loro potere sulle femmine della loro specie sono i Theratan e gli Orphidan.

I Theratan vennero creati dalla dea Keltrha in persona migliaia di anni fa. La Regina dei ragni pensava di usare questi esseri come famigli o addirittura come schiavi al servizio dei suoi adepti, i Drow. Per creare le sue schiere di theratani la Dea fuse con un potentissimo incantesimo i suoi ragni con dei drow. Il risultato fu terribile; esseri con l'addome di ragno ed il busto di uomo,questi erano i theratan. La Dea però non si rese conto di aver dotato questi esseri di troppa intelligenza,infatti dopo poco le creature ruppero il legame con la Dea e si dispersero nel continente elfico. Grazie ai numerosi passaggi segreti del doriath raggiunsero le altre terre e crearono delle vere e proprie città. Gli elfi chiamarono quelle creature Theratani,ovvero esseri per metà uomo e metà ragno.


I theratan ora sono presenti soprattutto a sud del continente elfico,nei pressi del deserto e nelle terre selvaggie a sud della Foresta di Triskele e nella Foresta dei Ragni .

Come è di loro uso hanno preso possesso di diversi palazzi e costruzioni che poi hanno trasformato in delle vere proprie fortezze a protezione della loro regina. Le più famose fortezze Theratane sono senza dubbio il castello nelle foreste di Triskele e la cattedrale sconsacrata di Lolth nel Doriath inferiore. A proposito di quest'ultima i Theratani lla hanno scelta perché sono ancora fedelissimi a Lolth,anche se hanno sciolto i legami di sudditanza, in quanto è grazie a lei che esistono.

LA scala gerarchica dei Theratani è basilare ma rigorosa, ed è una gerarchia a scalare piramidale.

Al primo gradino della piramide ci sono i guerrieri Theratan: questi guerrieri di solito sono le prime fila dell'armata dei theratan e sono posti di guardia nelle loro principali fortezze. La forza principale di questi guerrieri risiede oltre che nella loro incredibile resistenza fisica nel loro potente veleno capace di abbattere un uomo in pochissimi secondi. Ogni tanto usano anche armi come alabarde o bardiche.

Più su ci sono i Theratan Avenger, ovvero i custodi e gli esploratori dei Theratani. La loro forza è tre volte superiore a quella di un normale theratan e il loro veleno ancora più devastante. Sono gli Avenger a prendersi cura delle matriarche e a proporre nuove zone da colonizzare.

Le matriarche reggono l'intera società.Ogni matriarca e a capo di una "casta" con i suoi avenger e i suoi guerrieri. Le matriarche sono in continuo contatto con Lolth e da essa traggono grandi poteri e incantesimi arcani. Le matriarche infatti sono tra le creature che hanno la più grande conoscenza del magico di Ardania. Hanno un veleno potentissimo, grandi capacità di cura e maledizioni capaci di distruggere completamente i muscoli di un nemico.

Le colonie di Theratan più grandi molto probabilmente contengono nel centro esatto della fortificazione una grande sala al centro della quale si trova la grande regina. Pochissimi sono i guerrieri che l' hanno vista e ancora di meno sono quelli che sono tornati indenni da quest'incontro. Molti di questi potenti guerrieri sono diventati pazzi per gli orrori che hanno visto all'interno di queste sale,cose troppo empie per essere scritte…Si dice che la regina sia avvolta da un terribile e maleodorante fluido verde che nutre le sue larve, pare deponga in continuazione uova e si accoppi di continuo con guerrieri theratan scelti,i quali muoiono subito dopo la fecondazione uccisi dalla regina, che poi si nutre dei loro resti. Un'altra leggenda vuole che la regina si cibi continuamente per sfamare le migliaia di larve che crea e che per questo sia di dimensioni spaventose. Queste sono solo leggende, una cosa si sa per certo…all'interno di queste sale in cui si dice ci sia la regina si trovano tesori talmente tanto grandi da rendere ricchissimo il più pezzente dei mendicanti di Ardania.