DRAGHI


Cosa può essere scritto su questa semplice pergamena che non sia stato detto, narrato, cantato sulle figure leggendarie più potenti e terribili di Ardania??

Le leggende sui draghi sono molto diffuse e a volte ahime interferiscono con lo studio critico. Anche la nascita di queste creature è circondata da miti e leggende varie; l'origine di questi grandi rettili infatti ancora ai giorni nostri è oscura, notizie varie arrivano dalle canzoni dei bardi di Ilkorin.

Molto probabilmente però i draghi nacquero dai primi 2 semi del Tulip, benedetti con gli incantesimi divini di Earlann e Belataine che volevano i draghi come loro servitori e messaggeri.
Non volevano però che gli altri dei avessero un simile poter nelle mani, quindi rubarono i due semi e ne presero poi uno a testa. Earlann per mezzo del suo incantesi trasferì nel suo seme la sua saggezza e la sua intelligenza nonché la sua ambizione:

Nacquero cosi i Dragoni, simboli di saggezza e potenza, consacrati a Earlann, forti come è forte la roccia del Doriate e con incantesimi capaci di squarciare il cielo e di aprire la terra.

Belatine nel suo seme trasferì il suo cuore, il suo amore per le foreste e le selve.

Le foreste ruggirono, i boschi urlarono e i laghi e i fiumi tremarono. Dalla foresta più fitta e impenetrabile si alzarono in volo i Draghi delle foreste, protettori della vita dei figli del Doriath e difensori delle foreste a loro per sempre consacrate.

Gli altri Dei non poterono non notare la nascita di queste splendide creature. Ora era iniziata una tremenda lotta tra belatine e Suldanass,che volevano tenere il potere dei draghi per loro, e Luugh, che voleva i draghi per il suo esercito del male. Luugh con l'inganno e col veleno prevalse e trasformo cinque dei dragoni più potenti in draghi oscuri grazie ad un incantesimo arcano del veleno conosciuto solo a lui. Da questi cinque draghi si generarono i draghi neri che sono i servitori di Luugh, guardiani dell'inganno e della perversione.
Earlann apparentemente era rimasto fuori da questa competizione, ma non era così. Infatti egli creò il drago più potente di tutti all'insaputa degli altri dei troppo intenti a combattersi tra loro. Egli Evocò e richiuse in uno smeraldo magico lo spirito della furia della foresta. Il magico oggetto a contatto con questo spiritò emise un potere inimmaginabile:
Earlann domò questo potere e lo modellò, creando cosi il potentissimo drago di smeraldo, signore della furia vendicatrice della foresta e generale delle legioni bianche di Earlann, le poderose truppe scelte del Dio.

Cosi i Draghi con i millenni si diffusero in tutto il continente e iniziarono a migrare verso nuove zone da conquistare. Ora si possono trovare in grandi quantità nelle isole dei Dragoni e a Sud ovest del continente elfico, ove posseggono molte tane. Pochi sono i draghi che si sono adattati nel continente degli uomini.

Non si sa quanto sia vera questa storia, ma indubbiamente i draghi furono generati da degli esseri troppo grandi per essere comuni mortali.

Al giorno d'oggi conosciamo i seguenti tipi di drago:

Dragoni: Secondo la leggenda legati a Suldanass, questi draghi sono famosi per la loro intelligenza e arguzia.
I dragoni possono essere di vari colori, eccetto il nero. I più diffusi sono i draghi blu, rossi e verdi. Il loro colore dipende spesso dalla zona in cui vivono. I dragoni amano vivere in grandi cave, ampie alte e spaziose,dentro le quali sono custoditi tesori di valore immenso. Possono vivere oltre i 1200 anni. Più invecchiano e più la loro potenza aumenta.
In combattimento fanno molto ricorso alle loro innate capacità magiche e al loro soffio infuocato letale. Non disdegnano neanche l'uso delle potenti zampe anteriori, capaci di sfondare anche il mithril.

Draghi delle foreste: I Draghi delle foreste usano, a differenza dei dragoni, molto di più la loro forza fisica che i loro incantesimi. Non attaccano se non vedono che la foresta è in pericolo. Vivono nei meandri delle foreste più piccole e possono vivere fino a 2000 anni. In tempi remoti questi draghi mettevano la loro magia e il loro potere al servizio degli elfi, poi con il tempo si ritirarono nelle foreste, vedendo che gli elfi non solo non ricambiavano la stima e il rispetto per queste crature, ma le cacciavano anche per mettersi in mostra. I Draghi delle foreste da allora vivono a difesa dei boschi e si ergono in volo a difesa del doriath ormai molto raramente.

Draghi oscuri: questi draghi sono del tutto simili ai dragoni, con la differenza che le loro scaglie sono di color dell'ossidiana. Cosi come di dragoni sono saggi essi sono maliziosi viscidi ed ingannevoli. Molte volte luugh li pone a difesa dei suoi tesori e dei suoi oscuri regni, molte altre invece li concede come guardiani ai drow, che li usano per potrare morte e distruzione in tutta ardania.


Draghi delle paludi: i Draghi delle paludi vivono in acquitrini, paludi e steppe abbandonate. Sono simili ai draghi delle foreste in tutto e per tutto, ma la vita in queste zone ha cambiato il loro carattere, che e diventato piu cupo, ostile e prevenuto nei confronti delle altre persone.
I draghi con il loro infinito potere hanno soggiogato e plagiato le menti di molte delle creature delle paludi, come i demoni o gli ominidi che vivono in queste zone, che divengono in molti casi
Succubi di queste grandi creaure. I draghi li usano per metterli a difesa delle loro tane o dei loro tesori, raramente per difendersi dall'attacco di creature estranee, in quanto non ce n'è affatto bisogno.