Rotiniel : Brevi Cenni Storici
I 4 senatori : Nahim Ya'Ruhelm,Arkan Elistal,Finwe Aelingil,Siriel Rinhenwen Easterling

Per la sua antica storia e la sua posizione costiera, la città di Rotinel viene definita dagli elfi "la Perla dei mari". Primi tra gli elfi, i Teleri si dedicarono all'arte della navigazione, famose sono le loro splendide navi per leggerezza e manovrabilità, e conosciute dai popoli di Ardania le loro capacità di pescatori.
In origine Rotinel era un piccolo villaggio di pescatori dal quale i Teleri, grandi viaggiatori, si dipartivano per mare, giungendo perfino nei regni umani e ad Helcaraxe.
Giovane era al tempo la stirpe degli uomini ed essi cominciarono a conoscerli e a commerciare con loro tanto che pian piano il villaggio si accrebbe ospitando numerosi insediamenti ed accogliendo anche marinai umani e i mezziuomini. A quel tempo guida dei Teleri era Erlylith, antico tra gli elfi, egli fu più un capovillaggio che un re: modesto, sempre appianava i dissidi delle razze. Durante quegli anni si formarono due tra le figure che plasmarono il destino futuro della città di Rotiniel, una era il successore di Elrylith, il futuro sovrano Shu definito dai druidi "l'amico dei boschi", l'altro era il magius Xell, entrambi furono per diversi motivi legati a questo sovrano ed entrambi lo considerarono il proprio mentore.


Shu, divenne Sovrano della città dopo una serie di eventi nefasti che lo coinvolsero e lo portarono sul trono sostituendo il deceduto Re Elrylith La formazione di costui avvenne sotto l'insegna della vita silvana da un saggio eremita con il quale ha vissuto per diversi anni, prima di tornare alle terre civilizzate. Egli ha infuso in lui la conoscenza della foresta e le arti della sopravvivenza, ma soprattutto le sue qualità migliori: la pazienza, il rispetto per tutte le razze e per tutte le religioni, non che` per gli abitanti naturali della foresta, animali, piante e spiriti stessi.
Il suo governo portò lustro e splendore alla città, da ogni dove si udivano voci sul buon governo e sulla saggezza del suo nuovo sovrano, molte persone si avvicinarono a questa ridente cittadina portuale, luogo sicuro per chiunque cercasse la pace sollievo dopo lunghi viaggi.
Al contrario di Shu, Xell crebbe in città, in particolare nei quartieri portuali, orfano lavorò appena gli fu possibile nei boshi e sulle navi mercantili. Questo lo mise a contatto con tutte le razze, allo stesso tempo apprezzò le bellezze della natura non che il rispetto per essa Ben presto le sue doti di linguista furono notate da Teadres, un mago al servizio dal sovrano di Rotiniel Elrylith, che lo prese come suo discepolo e lo formò nelle Arti Magiche, Umanistiche ed Economiche.
Alla morte di Teadres, Xell prese il posto del proprio maestro, come prima cosa fondò l’accademia cittadina creata sulle ceneri di un antichissimo collegio che sorgeva proprio a Rotiniel. Il compito principale che fu affidato all'accademia dal saggio Shu fu quello di radunare le brillanti ed equilibrate menti affinchè la citta di Rotinel prosperasse sotto la forma di governo migliore. Fu cosi che l'accademia radunò alcuni tra i saggi di Ardania esperti nelle principali sfere di conoscenza quali il Magius Xell, lo Ierocrate Arkan Elistad e per volonta e, dello stesos Shu, il Gerofante del tempo Kaulanthalas, suo antico fratello dei boschi. Per compiere tale ardua impresa l'accademiasi esiliò dal mondo tornando prima alle proprie origini trasferendosi ad Ilkarin, città che gli fu donata da Ondolinde per i servigi resi nella guerra delle razze. In seguito si isolarono da ogni governo nel profondo Doriath affinchè gli stimoli esterni non alterassero il loro operato.
Nel frattempo la stessa Rotiniel si ritrovò ad affrontare un periodo difficile, molti esuli risiedevano in città creando disordini, non che la presenza costante di banditi alle porte di essa impedivano lo svolgersi dei normali commerci cittadini. Proprio in questo periodo l'accademia rientrò a Rotinel portando il frutto di anni di decisioni: il Consiglio dei saggi, nuovo organo di governo di Rotinel.


Il consiglio funzionò al meglio per un ampio periodo, ma alla lunga mostrò le sue difficoltà di gestione in situazioni che richiedevano scelte e decisioni rapide, oltre a ciò il Re da tempo meditava di tornare alla sua vita raminga, egli però era titubante in quanto non voleva lasciare i suoi cittadini, ma trovò in Xell un buon amico ed allenato a cui lasciò il governo della città.
Questo cambiamento però risultò troppo repentino e molti cittadini non accettarono la nuova leadersheap, e vi fu un periodo di ribellione da parte di alcuni tra i più importanti membri dell'esercito. Xell cercò in ogni modo di riavvicinare i separatisti alla città, ma non vi riuscì e infine molti di loro decisero di allontanarsi da essa.
Concluso questo periodo di transizione, Xell trasformò Rotiniel in una città accademica, in cui si sarebbe insegnato a tutti le arti e i principi di vita degli Illuminati, lige a questi concetti egli mantenne ed ampliò le libertà per i cittadini, Rotiniel divenne la città simbolo della tolleranza religiosa e raziale.
Lord Xell divenuto Sovrano, volle mantenere anche lo spirito religioso e commerciale della città, continuando a mantenere vivi i contatti commerciali con tutti i regni e, valorizzando anche architettonicamente la città, costituì “Lega delle Arti e dei Mestieri” che si sarebbe occupata della gestione economica.
In campo religioso mantenne la tradizione che voleva in Earlann e Morrigan gli dei principali della comunità elica dei Teleri, creando le figure dei Paladini, chierici votati alla protezione e divulgazione del credo delle divinità cittadine.
Rotiniel ha anche raggiunto un accordo con l'allora Regina di Ondolinde per il protettorato del villaggio di Ilkarin, che rimane sotto la bandiera della Spendente.


Dopo aver provveduto alla riorganizzazione di Rotiniel, Re Xell decise di lasciare il comando della città nelle mani di un Senato, composto da quattro cittadini ai quali diede fiducia, affidando ad ognuno di loro il controllo di determinati ambiti cittadini. Nahim continuò la gestione dell'esercito, con la carica di Ammiraglio della Flotta. Arkan Elistad, già Ierocrate della città, si occupò del commercio, prendendo sotto la sua protezione la "Lega delle Arti e dei Mestieri" precedentemente formata. Finwe, elfo telero nativo di Rotiniel, portò avanti il suo operato a capo dell'Ordine dei Paladini di Earlann e Morrigan. Siriel, elfa sindar divenuta cittadina per seguire il suo spirito libero, fu designata all'organizzazione cittadina, per intensificare gli incontri e le relazioni all'interno della città e con tutto il resto del Continente. Nacque così l'attuale Reppublica Senatoriale di Rotiniel, in rapida crescita e formazione, che mira a far evolvere ulteriormente la bella cittadina.