Ondolinde : Brevi Cenni di Storia
Arion Syrmil , Re di Ondolinde

Ondolinde fu fondata dalla stirpe dei Quenya, gli "Elfi Alti". La data di fondazione e' sconosciuta, poiche' i canti di quegli antichi tempi
sono andati perduti. Si narra tuttavia che l'esodo dei Quenya risalga ad un'epoca precedente la fondazione di Hammerheim (dalla quale gli
umani contano lo scorrere del tempo), e che Ondolinde sia stata la prima tra le grandi citta' ancora abitate. Dopo una dura lotta contro
l'ambiente ostile, gli Elfi Alti, grazie alle loro profonde conoscenze tecniche e l'amore per la natura trasformarono un arida valle
all'interno dei monti Elverquisst nella splendente Ondolinde dalle Bianche Mura. Re di quei tempi gloriosi fu Finwerin Eldamar, che regno'
molto a lungo e in prosperita'.
Negli anni immediatamente successivi i Quenya furono impegnati in una strenue lotta contro le creature selvagge e ostili che popolavano
quelle terre, e che attratti dalle scorte di cibo, compivano incursioni all'interno della vallata protetta.
Dopo averli ricacciati con una logorante guerra di logoramento durata 85 anni, la pace fu ristabilita per un lunghissimo periodo di tempo, il
regno di Finwerin si ingrandi' sempre di piu' e Ondolinde divenne bella e curata, con i suoi marmi bianchi estratti dalle numerosissime miniere
scavate nei monti e gli stupendi giardini fioriti. Degna di nota fu l'opera di Nar Katern, illustre architetto ricordato in molti canti
antichi, che ideo' il sistema idrico della citta' e dirisse i lavori di scavo del grande canale che lascia Ondolinde al centro di una piccola laguna.
Settantatre' anni dopo, ovvero nel 138 A.I. re Finwerin Eldamar mori' di un male oscuro, e sali' al trono la figlia Aredhel. Da quel giorno
l'anniversario della morte di Finwerin fu dichiarato, per suo stesso volere, giorno di festa, perche' gli elfi non devono essere tristi se un fratello va ad incrociare la via di Beltaine.
La pace duro' ininterrotta per quasi 150 anni: una notte di novilunio una squadra di orchetti irruppe inspiegabilmente entro le mura e
massacro' molti abitanti nel sonno prima di essere sconfitta dalle schiere elfiche. La regina e il capitano delle guardie in seguito ad
accurate indagini scoprirono che gli orchetti erano stati aiutati dall'interno, e un traditore s'annidava tra i cittadini di Ondolinde.
Da quel giorno fu decretato che nessun nuova richiesta di cittadinanza sarebbe stata accettata e il passaggio che proteggeva l'entrata fu
chiuso da una fo resta e l'entrata rivelata soltanto ai cittadini. Un colpevole fu individuato, tale Earen Uridal, e fu condannato a morte,
ma egli si proclamo' innocente fino in fondo.
Dopo trent'anni di isolamento, la Regina Aredhel Elendar ha deciso di riaprire le porte a nuovi cittadini e di intraprendere nuovamente
rapporti con il mondo esterno. La città però è divenuta obbiettivo di numerosi attacchi dei Drow i quali, con un grande inganno, son riusciti
a far muovere le armate Umane massicciamente contro la Valle.
Dopo anni di travaglio la pace sembrava esser tornata a Ondolinde, quando la Regina fu colpita da un malore mortale e ignoto e fu
costretta a cedere i suoi poteri di Governo, essendo il Regno caduto in crisi per la mancanza di una guida.
L'allora Comandante della Guardia, Lorac Isildur, fu scelto come suo successore dando origine un cambiamento radicale nella composizione sociale del popolo Quenya, recu perando un quasi dissolto concetto di popolo Quenya unico ed unito, ignorante della distanza e che si riunisca dinanzi al Grande Sole di Ondolinde, la Luce dei Valar.