Helcaraxe : Kronor Olkem

Aedfrid Olkem , Ex Re di Helcaraxe

Come il cugino Kronor (precedente re di Helcaraxe), Aedfrid discende dalla benestante famiglia degli Olkem.
Durante l'infanzia non dimostrò molto la tendenza al combattimento che contraddistingue spesso la gente del suo popolo. Ma fu intorno all'età di dodici anni che qualcosa in lui si svegliò, forse uno spirito guerriero che albergava nel profondo della sua anima risvegliato sicuramente da un evento sconosciuto che ebbe un' influenza fondamentale sullo sviluppo del giovane Olkem.
Egli iniziò ad apprendere le arti del combattimento, della sopravvivenza e della tattica, mostrando un' innata attitudine al comando, segno che un giorno sarebbe di sicuro diventato un valido condottiero.
Sono infatti queste le doti che guidarono Kronor durante la scelta del proprio successore quando si trovò costretto ad abdicare a causa di alcune serie questioni personali.
Aedfrid non si smentì, e si mostrò subito all'altezza del prestigioso ruolo affidatogli.
Sempre pronto a fare da guida per il proprio popolo, egli è una figura determinata e impavida che vuole essere da esempio per tutti gli abitanti di Helcaraxe e tutti i combattenti che dimostrano onore e coraggio in battaglia.
Il suo intento primario è quello di far conoscere la potenza di Helcaraxe in tutta Ardania, facendola crescere di prestigio e gloria.
Ha il portamento tipico dei barbari del nord e a volte le sue maniere possono sembrare rozze per appartenere ad un re, ma la sua parola è solida come la roccia. Egli odia e disprezza coloro che non dimostrano lealtà e che non mantengono la parola data, non riserva pietà per tali individui!
Tradire la fiducia di Aedfrid Olkem, equivale a tradire Helcaraxe intera e i suoi temibili abitanti.
Un cuore impavido e uno spirito selvaggio plasmati dagli dei con la roccia il fuoco e il metallo.
La roccia compone la sua immagine di uomo deciso, determinato e non propenso ad abbattersi, anche nelle situazioni più difficili.
Il metallo gli scorre nelle vene come il sangue e lo guida in battaglia donandogli la forza e l'abilità di combattere con ferocia.
E il fuoco per ultimo, si cela nel profondo del suo cuore ove in pochi riescono ad arrivare, alimentando fiamme di passione e saggezza...