Hammerheim : Altri rapporti diplomatici e politici
Grifis , Imperatore di Hammerheim



SULL’AMBASCERIE

La figura dell'Ambasciatore, membro del consiglio Imperiale, si occupa per conto delle cariche principali di trattare con i regni e i governi estranei all'impero di Westlands. L'Imperatore in quanto carica massima dello Stato delle Westlands, non verrà gravato di altre preoccupazioni, quali la gestione dei rapporti di ambasceria. Esso sarà sempre informato dei fatti messi all’attenzione dei suoi ambasciatori, e potrà intervenire, qualora ritenesse di doverlo fare.

SUI RAPPORTI CON DRUIDI E SULLA FIGURA DEL SUPERVISORE DEI BENI NATURALI

Lo Stato Imperiale delle Westlands, riconosce l’Ordine Druidico, come una realtà competente in materia naturale. Vista la presenza in questo circolo, di credenti in Altea e Beltaine, concede libertà di culto della sola divinità del Panteon umano all’interno dei confini di città e paesi. Per quanto riguarda le zone non toccate da passo umano, si concede per rispetto all’Ordine la possibilità di professare i culti del popolo antico.
Il riconoscimento si manifesta anche nella possibilità, concessa ad un Druido delegato dall’ordine, di divenire consulente per le Westlands in ambito ambientale. Questa non è una carica istituzionale, ma una semplice rappresentanza, che verrà presa in considerazione nella maniera più rispettosa possibile.

SUI RAPPORTI CON L’ACCADEMIA

L’accademia diviene con questo Statuto, parte integrante dello Stato Imperiale delle Westlands. Questa fusione è rappresentata in massima parte dal fatto che il Tetrarca Anziano dell’Accademia, è assunto a membro del Consiglio Imperiale. Si riconosce a questa istituzione la massima autorità in campo Arcano, e le si delegherà quando opportuno, tutto quello che compete questo settore. Essendo comunque un organizzazione parastatale, le responsabilità interne alla struttura, vengono assunte dall’Organizzazione accademica stessa. Con questo si intende, che i soggetti sottoposti allo statuto accademico, e non aventi rapporti con lo Stato di Hammereim, non sono da questo tutelati.

SUI RAPPORTI CON LA SACRA CHIESA DI ARDANIA

Lo Stato Imperiale delle Westlands, riconosce come unica istituzione clericale
esistente, La Sacra chiesa di Ardania. I chierici slegati da questa Istituzione, sono considerati eremiti, e quindi non hanno potere canonico riconosciuto.
La Sacra Chiesa di Ardania diviene con questo Statuto, parte integrante delle Westlands. Questa fusione è rappresentata in massima parte dal fatto che il Pontefice, è assunto a membro del Consiglio Imperiale. Si riconosce a questa istituzione la massima autorità in campo Ecclesiastico, e le si delegherà quando opportuno, tutto quello che compete questo settore. Essendo comunque un organizzazione parastatale, le responsabilità interne alla struttura, vengono assunte dalla Sacra Chiesa di Ardania stessa. Con questo si intende, che i soggetti sottoposti all’ influenza di questa istituzione, e non aventi rapporti con lo Stato delle Westlands, non sono da questo tutelati.
Si vuole sottolineare in questo capitolo, il rispetto che l'Impero ha dei “Cavalieri della Fede”, organo interno alla Sacra Chiesa di Ardania. Ad essi soltanto è deputata la formazione di un cavaliere, ed in questa sede se ne riconoscono il supremo onore, nonché l’incrollabile dedizione alla causa.