Amon : Codice Penale
Valorium Darkbane e Tuzzis , Consoli di Amon

= CODICE PENALE =

GIUSTIZIA IMPERIALE
La giustizia imperiale è efficace rapida e sommaria Non esistono tribunali, non esiste burocrazia non esistono difensori dei diritti di un criminale
Qualsiasi carica militare puo eseguire una sentenza, i ricorsi non esistono.
Un legionario è tenuto a far rispettare la LEX a tutti i Cives
Qualsiasi azione di un legionario nei confronti di Cives imperiali o stranieri deve essere reso conto al proprio Pretore o carica superiore, il quale riferirà al Senato.
Un legionario può in qualsiasi momento eseguire una sentenza sommaria contro Cives imperiali o stranieri.

= TIPOLOGIE DI CRIMINI =

I crimini vengono suddivisi in 3 categorie: Reati Minori, Reati Maggiori, Reati di Lesa Maestà

I Reati Minori prevedono furto, evasione delle tasse, mancanza dei propri doveri, negligenze minori
Essi prevedono una pena pecunaria in base al reato.
I Reati Maggiori comprendono l'omicidio, gravi negligenze, atti di vandalismo, mancanze di fronte ai superiori
Essi prevedono la detenzione nelle carceri imperiali o una pena pecunaria in base al crimine commesso
I Reati di Lesa Maestà comprendono, omicidio di alti funzionari, tradimento, spionaggio, cospirazione
Essi prevedono il bando dall'Impero

BANDO DALL'IMPERO

Un Bando dall'Impero comprende l'allontanamento da TUTTO il territorio Imperiale
Al'interno dei villaggi e delle città (eracles, amon ecc) un legionario può chiedere soccorso alle guardie cittadine, nel resto del territorio ogni legionario è tenuto ad affrontare qualsiasi
bandito e criminale.
La fuga da parte di un legionario dinanzi ad un criminale verrà trattata alla stregua di tradimento con immediata espulsione dall'esercito ed eventuali sanzioni.
Il legionario e tenuto a far rispettare la LEX IMPERIALIS in tutto il territorio del'impero e non solo all'interno di AMON.
Se un legionario cade in battaglia nel compimento del suo dovere non deve temere, verrà aiutato dai suoi compagni soccorso e dovrà essere fiero di aver combattuto per l'esercito. La giustizia presto colpirà coloro che vi hanno battuto.
Ogni legionario deve tenere in mente che rappresenta l'Impero, atti di codardia, di negligenza da parte di un legionario portano macchia sull'onore dell'Impero, questo non può essere
tollerato.

IMMUNITA' IMPERIALE

Chiunque goda dell'Immunità Imperiale non potrà essere in qualsiasi modo attaccato all'interno dell'impero. Le cariche dei consules e del legato godono dell'immunità imperiale ma questo privilegio può essere conferito anche a cittadini stranieri o legionari per meriti o bisogni di natura politica
L'Immunità Diplomatica è resa nota dalla fascia color ORO che deve essere visibile. La legione e tenuta a scortare e a seguire gli ordini di un diplomatico sempre che essi non contrastino con ordini dei loro diretti superiori.
L'Immunita’ Diplomatica puo’ essere tolta solo dal Senato in casi di gravi motivazioni

Art. 0 – [ BANDO E LEX]
L’Impero si basa sulla LEX, l’Impero impone la LEX l’Impero esegue la LEX
Non vi e’ spazio per criminali briganti e dissidenti all’interno dell’Impero.
L’Impero comunque e’ disposto a perdonare il reo confesso, colui che riconosce i suoi crimini.
E’ per questo che tutti coloro i quali si arrendono, confessano, e si sottopongono alle direttive delle guardie e della Legione non possono venire banditi
Il Bando è un fatto molto grave che viene deciso dal Senato, I tipi di BANDI SONO DUE
a)BANDO DEFINITIVO E TOTALE
Il bando definitivo e totale è una misura che viene presa verso coloro che non capiscono che se una guardia vi ferma nella citta dove ce un intera guarnigione di soldati pronta a farvi rigare dritto/fermarvi/immobilizarvi uccidere DOVETE FERMARVI. Anche se obiettivamente potete fuggire NON POTRESTE FARLO
Il bando Definitivo e totale prevede l’allontanamento da TUTTE LE CITTA’ DI ARDANIA, DA TUTTI GLI STATI E IMPERI che hanno sottoscritto il TRATTATO XXXX. Per questi individui sara impossibile riuscire a vivere.
b)BANDO IMPERIALE
Il Bando imperiale e una forma molto piu lieve di Bando e prevede l’allontanamento dall’ IMPERO per crimini gravi.


Art.1 – [ RESPONSABILITA’ PENALE ]Ogni Cives e ogni forestiero e’ responsabile delle proprie azioni. Se qualche Cives vede qualcuno commettere un crimine e’ obbligato a farne denuncia alle autorità.
La Legge non ammette l’ignoranza, la legge è affissa in tutti i palazzi pubblici e deve essere conosciuta da coloro che entrano nell’Impero.

Art.2 – [ PROCESSI ED ESECUZIONI SOMMARIE]Non ci sara’ processo per nessun crimine salvo direttiva del Senato nei casi più gravi. I Legionari eseguono sentenze sommarie e riscuotono le multe. Le azioni di un legionario rispondono al suo Pretore, il Pretore E’ RESPONSABILE DIRETTO delle azione dei suoi uomini. Se un legionario commette un crimine il Pretore può essere deferito alla Corte Marziale del Senato Magister che potrà rimuoverlo dalla sua carica.
I Cives rispondono al Governatore.

Art.3 – [OMICIDIO E AGRESSIONE]Per aggressione o tentato omicidio la pena è la carcerazione o anche il bando dal Regno nei casi più gravi.

Art.4 – [MASCHERAMENTO] Coprire il volto all’interno delle città imperiali è reato. La sanzione è una ammenda di 500 monete.

Art.5 – [ARRESTO]Chi non si ferma all’ALT di un miliziano dentro le mura e non si presenta entro 5 minuti, scatta la denuncia alle somme autorità che potranno allontanare DEFINITIVAMENTE il soggetto da tutto il territorio IMPERIALE e in base agli accordi da QUALSIASI centro abitato, NAZIONE E STATO che abbiano sottoscrito un trattato. Chi non si ferma all’alt fuori citta’ verra’ attaccato all’istante, ma non POTRA’ entrare in nessun centro abitato IMPERIALE pena il bando suddetto.

Art.6 –[FURTO E PERQUISIZIONI] Per il reato di furto la sanzione pecuniaria è di 500 monete per aver sbirciato in una borsa; se il furto è avvenuto la pena pecuniaria va dalle 2000 alle 10.000 monete in base all’oggetto rubato.
Ogni Forestiero è tenuto a fermarsi ad un controllo da parte della LEGIONE, i legionari sono autorizzati ad aprire lo zaino e effetuare una perquisizione di cittadini o stranieri. Cives e stranieri sono obbligati a farsi perquisire, ovviamente il legionario potrà sequestrare quei possedimenti che non riterrà idonei portare nel territorio dell’Impero MA E’ TENUTO a restituire la mercanzia appena tale straniero uscirà dai confini imperiali. Un legionario tacciato di furto o di abuso di potere viene immediatamente espulso dall’esercito e in casi gravi scattano le sanzione amministrative o penali.

Art.7 –[ANIMALI IN CITTA’] E’ fatto divieto di introdurre animali selvatici dentro le mura. Appena verra’ identificato il padrone, questo sara’ sottoposto ad una sanzione di 500 monete. L’animale verra abbattuto. E possibile chiedere un permesso al Senato per introdurre animali selvatici.

Art.8 - [ RIFIUTI ]Per chi lascia oggetti a terra sporcando la città (coltellini, posate, pentole, barchette..) è punibile con una ammenda di 500 monete per ogni oggetto.

Art.9 – [ CAVALCATURE NEGLI EDIFICI] Chi introduce cavalcature o animali in genere in luoghi pubblici al chiuso come case, negozi, edifici di culto, è punibile con un ammenda dalle 500 alle 3200 monete.

Art.10 – [ OLTRAGGIO A PUBBLICI UFFICIALI] L’oltraggio a pubblico ufficiale o l’offesa verso la città o le sue autorità è punibile con una ammenda dalle 900 alle 3000 monete. Se reiterato si è punibili con la carcerazione o il bando.

Art.11 – [ DIVIETO DI CACCIA] Vige il divieto di caccia in tutto il territorio per i forestieri.
Soltanto i Cives/legionari possono cacciare. La sanzione pecuniaria va dalle 500 alle 1000 monete per i trasgressori.

Art. 12 – [ COSPIRAZIONE] Chi verrà visto nel territorio dell’IMPERO in compagnia di banditi verrà multato di 5000 monete auree e dovrà dare inoltre spiegazioni adeguate alle autorità, pena la prigione. Chi si rifiuta di pagare l’ammenda verrà ritenuto complice del bandito e sarà soggetto egli stesso a bando.
Coloro che verranno visti in compagnia dei banditi al di fuori dal regno riceveranno un avvertimento dall’autorità e verranno diffidati e tenuti d’occhio quali sospetti criminali.
Se il compagno del bandito visto nel territorio e’ un Cives o peggio un soldato, questo verra’ bandito anch’esso dal regno.