VI
Il Nuovo Regno di Hammerheim


Dopo la vittoria sul Faver, l'esercito tornò trionfalmente alla Capitale e molti dei misteri e delle leggende che si erano diffuse durnate gli anni della guerra furorono risolti e chiariti.
Lo sconosciuto cavaliere che aveva guidato Hammerheim alla vittoria si rivelò essere Wayle Da Silva, figlio di Leanna Gaynon, nipote di Ametraal Da Silva, primo Re di Hammerheim.
Nell'A.I. 109 Wayle Da Silva ascese al trono e fu incoronato Re. Suoi consiglieri divennero i Sette Cavalieri del Regno.
Wayle in seguito spiegò di essere stato cresciuto ed educato da Auron, il Gerofante, insieme ad altri sette ragazzi orfani come lui, nei recessi dei monti Orquirian. Loro dovevano essere lo strumento della rivincita sulle armate di Rozmund il Sanguinario, che le forze della Vecchia Foresta non potevano contrastare da sole.
Durante il felice regno di Wayle, si fecero inoltre più intensi i rapporti con il Primarcato di Edorel. Fu poi scoperto che il vecchio Archibald Durathor, fuggito da Hammerheim molti anni prima, durante la dittatura di Zarquon non era rimasto con le mani in mano. Si tramanda che giunse ad uno sperduto villaggio di nome Edorel, in cui prese casa ed in cui proseguì le ricerche di alchimia e gli studi arcani. Dopo pochi anni aprì un' accademia in cui cominciò ad istruire altri come lui. Edorel divenne una città importante e fonte d'attrattiva per molti giovani. L'Accademia dell'Arte di Durathor divene famosa in tutte le terre settentrionali. Egli si guadagnò la fiducia e il governo della città e della regione, e assunse il titolo di Primarca. Ai tempi della battaglia del Faver, Durathor era defunto, ma l'Accademia continuava a funzionare a pieno regime: i discipoli di Durathor erano ora i Dieci Primarchi che governavano Edorel, pur continuando a loro volta ad insegnare ai più giovani studenti dell'Accademia.
Altrettanto sorprendete fu ciò che accadeva in quegli anni dall'altra parte del continente.
Da modesta cittadina di contadini e cacciatori, Amon si trasformò in poche decine di anni, nella città più fortificata del Regno, nella punta di diamante della scienza militare dell'epoca.
Verso di essa affluivano per essere addestrati migliaia di giovani. Tra le sue mura imponenti trovavano dimora i più valorosi guerrieri del Regno, i veterani delle grandi battaglie del passato così come i giovani più promettenti. Le battaglie con gli orchi furono molte, ma ogni loro tentivo di espugnare amon fallì sempre. Dopo qualche anno i guerrieri di Amon erano divenuti ormai esperti nel tenere sotto controllo ogni tentativo orchesco di invasione. Di battaglia in battaglia, inoltre, affluivano verso Amon numerosi sacerdoti e guaritori, per supportare i soldati del Regno di ritorno dal fronte. Ben presto nella città fortificata di Amon si crearono così due potenti fazioni : la comunità dei guerrieri, al cui vertice vi erano gli ufficiali veterani, e la casta sacerdotale, guidata da un Sommo Sacerdote.
Ma se dalle parti di Amon le truppe reali erano saltuariamente impegnate in brevi scontri con pattuglie degli orchi, nel resto del continente regnava la pace e la prosperità.
Re Wayle Da Silva si dimostrò essere ben al di sopra di ogni aspettativa: gli anni del suo regno si ricordano ancora come fra gli anni più felici e gloriosi.
Hammerheim divenne, se è possibile, ancora più grande e più ricca. Si svilupparono la scienza e la tecnica; e fu fondata l'Accademia di Storiografia, in cui i miei predecessori iniziarono quel lavoro che ora io sono chiamato a proseguire.