La ricomparsa dei Drow

Erano diversi giorni che misteriosi movimenti interessavano il Doriath.Invasori,come formiche scure scavavano,cercavano.


Da alcuni giorni i cacciatori sindar seguivano le tracce dei fratelli scuri,i Drow.Per quale motivo essi fossero in superficie nessuno poteva immaginarlo.Molti scontri hanno turbato la quiete della sacra foresta,quenya,teleri e silvani uniti contro la minaccia nera.
Tra gli averi dei generali Drow i guardiani del Doriath scoprivano sempre una pergamena,scritta nella lingua di Luugh.
Un drappello di nemici fu sterminato nei pressi della Verde,e uno dei suoi componenti catturato.
Nonostante gli sforzi dei cacciatori silvani e dei guerrieri quenya lo scuro si ostinava a tacere e non rivelare i malvagi progetti.
Dopo alcune lune fu indetto un consiglio a Tiond.I sindar riuscirono a penetrare con l'ausilio di una pozione magica e dell'abilita' del fratello Luxor la mente del Drow Romel.


I Drow cercavano una "chiave", una chiave che li avrebbe ricondotti al potere primo di Luugh,ed essa era nascosta nei meandri del Doriath.
Mentre la droga faceva effetto e il drow svelava particolari sulle ricerche effettuate una nube innaturale invase completamente il cielo, celando ogni luce.

In un lampo d'oscurita' apparve una figura completamente ammantata di nero. Con un'occhiata penetrante lo stregone pose fine alla vita del drow, colpevole di aver svelato il motivo della cerca.

I drow stanno dunque cercando una chiave per un passaggio verso un luogo in cui e' custodito un potere terrificante con il quale intendono avere la loro vendetta sul popolo elfico. Ora sta agli elfi tutti evitare questa sciagura..