Lo Spirito della Torre ... La Fine del Mondo Sventata ... L'Avvento di Crom

(Clicca sulle scritte in chiaro lungo il racconto per visualizzare foto o altri racconti)

Spesso capita nelle terre di Ardania che gruppi di valorosi avventurieri si avventurino in luoghi sacrileghi per estirparne le ricchezze a rischio della loro vita ...

Essi forse mossi dai resoconti che avvenirono settimane addietro dopo l'Incontro al Trivio fra i Regnanti di Amon e Hammerheim sulla presenza di creature in una Torre Sepolcro nella foresta di Edorel...

Durante una spedizione dove furono partecipi quasi una decina di uomini a causa dell'inaudito frastuono che essi fecero in quel luogo sacro , quasi come intrallazzati da ballerine di un bordello di Edorel , portarono a svegliare uno spirito non morto che riportato alla vita dopo moltissimi anni si ritrova al suo risveglio un piccolo esercito di "Pazzi".

Egli non ha pietà per i primi che gli capitano sotto mano ... solo qualcuno riesce a fare una fuga miracolosa ... corpi straziati da esplosioni , uomini atterriti dalla paura ... quello spirito scaccia gli abusivi del suo sepolcro e per coloro che voglio accennare resistenza non vi è che la morte ...

Il manipolo di guerrieri sembra avere al suo interno un uomo forse un po' piu' saggio che alla irrazionale e avventata idea di eliminare lo spirito che sembra imbattibile associa l'idea del dialogo , quest'uomo per le sue vesti verrà chiamato dallo spettro e come lo chiameremo noi , l'Uomo in Nero che poi lo Spettro stesso conoscerà come Irmick.

L'uomo in nero scese la scala a chiocciola pregna di sangue dei feriti e dei morti portandosi al cospetto dello spirito ...

Inizialmente esso cerco di scusarsi per essere entrato in quel luogo sacro ma lo Spettro completamente disinteressato dalle sue parole lo scaccia come con tutti aiutato dai suoi fedeli e succubi non morti.

Il manipolo poi si radunò e unito da una nuova forza grazie anche all'arrivo di nuova "Carne fresca d'arrosto" organizzò un'ennesima spedizione ... fallimentare ... nuovi corpi caddero dalle scale infrangendosi al suolo ... crani spaccati , corpi immolati ... nessuna pietà pochi riescono a entrare per piu' di un minuto nel sepolcro ... questo fece perdere di nuovo la credibilità nell'Uomo in nero...

L'uomo in nero tenta di nuovo il dialogo questa volta rimanendo solo al cospetto dello Spettro che con lui sembra avere piu' pietà.

Con le sue parole l'uomo in nero riesce a estrarre dallo Spirito della Torre un incredibile racconto ...

"Io sono lo spirito di un Paladino che nei decenni passati combattè contro il malvagio Surtur e i suoi necrarchi ... in quelle battaglie io persi la vita ma il mio spirito non fu mai lasciato in pace dagli Dei ...

In questo luogo dorme un antico necrarca e il suo sonno era protetto dalla mia presenza , poichè investito di tali poteri dagli stessi Dei sono diventato un non morto che ha il compito di fare da guardiano del sepolcro impedendo il risveglio dal limbo del sonno al Necrarca ...

L'arrivo di voi mortali ha innescato un terrificante evento globale ...
Il necrarca si sveglierà fra un'ora e si ritroverà in un mondo nuovo popolato da gente mortale e non avrà pietà per nessuno cercando di distruggere ogni forma di vita...

L'unico modo per fermarlo è trovare uno spirito innocente incarnato in un animale differente dagli altri ... questo spirito casca sulla terra sotto forma di stella e infrangendosi con il suolo prende la forma di un'animale , questo animale ha dentro di se il nucleo della stella stessa necessario a me (Lo Spirito) per fare una profezia volta a fermare il risveglio del malvagio necrarca ... ma se non avrò entro un ora questa gemma il mondo sarà finito ...

So solo che la stella cadrà dove un tempo vi era il piu' grande incrocio di antiche città ...

Quell'animale dall'apparenza innocente Va Ucciso e a me va portato il suo sigillo che salverà il mondo"

L'uomo in nero sbigottito dal racconto non perde tempo e corre fuori dall'antro mortale verso i suoi compagni cominciando a raccontare la storia ...

Appreso il terribile racconto gli uomini si organizzano ... dopo varie ipotesi giungono alla conclusione che la stella cadrà nei pressi del trivio e decidono di radunarsi ... sono moltissimi e ognuno di loro fa la guardia a parti di terra nei pressi del trivio ...

Quando tutto a un tratto vedono arrivare uno strano cervo albino e capiscono subito di trovarsi di fronte all'animale prescelto
Essi che si trovavano li per ucciderlo rimangono paralizzati dalla bellezza dell'animale e decidono inizialmente di non fargli del male...

Coloro che lo trovano lo portano in un'area piu' boschiva del Trivio alla larga da irrazionali barbari e decidono di aprire un dialogo con l'animale ...

Chiedono lui di donargli la gemma che porta con se per non dover arrivare a ucciderlo ... ma l'animale non lo vuole fare ...

... l'animale dice di essere un emissario di Crom ... mandato su Ardania perchè essere l'unico che con quella gemma puo' uccidere il Necrarca della Torre ...

L'uomo in nero e gli altri valorosi sembrano non credere alla storia poichè ora si trovano a dover capire cosa è la cosa giusta da fare...

"L'Emissario" sotto forma di bianco cervo chiede ai valorosi di essere condotto dove vi è il necrarca perchè vi è poco tempo prima che esso acquisti il potere assoluto ... dice loro che il necrarca sapendo di non poter uccidere l'emissario perchè creatura troppo pura e innocente ha mandato i mortali a fare quel lavoro per lui soggiocandoli...

Intanto molti si sono radunati intorno all'animale incredibile

L'uomo in nero allora porta con gli altri uomini l'emissario di fronte alla torre ...

Essi a quasi dieci minuti dalla fine del mondo conosciuto e all'avvento delle profezie architettano un tranello ... l'uomo in nero scenderà nella torre con una gemma falsa e mentre il Necrarca cercherà di effettuare il sortilegio , disinteressato dal resto vari guerrieri e maghi si raduneranno nelle stanze vicine per poi tenergli un'assalto che nasconda l'arrivo posticipato e a sorpresa dell'Emissario...

L'uomo in nero scende nella torre e dice all'emissario che ha con se la gemma ... evidente lo sbalordimento dello spirito che conduce di corsa disinteressato del resto l'uomo in nero verso l'altare della torre ...

Egli comincia il rito sacro e nelle sue parole indecifrabili si scorge il nome di Surtur che subito fa indispettire tutti i presenti ...

Intanto nella stanza vicina si radunano segretamente moltissimi valorosi...

L'uomo in nero cerca addirittura di ricattare lo spettro : "Se non mi darai potere distruggerò la gemma" ... ma l'uomo in nero sottovaluta la potenza illimitata che ha un necrarca ... con un gesto strappa la gemma dalle mani dell'uomo e continua con il suo rito...

ma a un certo punto si accorge di essere stato ingannato ... ed è li che scoppia un'immensa battaglia ...

L'uomo in nero è il primo ad essere colpito dall'ira del Necrarca ... entrano intanto una ventina di avventurieri di ogno classe e razza che si avventano sul Necrarca ... La furia iniziale del Necrarca abbatte senza pietà una manciata di uomini nel giro di pochi secondi ...

per un momento il necrarca sembra trovarsi anche in difficoltà per poi pero 'ritornare piu 'agguerrito che mai per trucidare tutti i "Pazzi"


Mentre la battaglia impazza il Necrarca accecato dall'ira di un tale affronte si dimentica completamente dell'esistenza dell'Emissario che giunge nella stanza di botto ... Evidente la paura del Necrarca che cerca di fuggire ...

L'emissario è l'unico che puo' rendere debole il Necrarca per renderlo mortale sotto i colpi degli umani ...

Gli avventurieri cercano allora di intrappolare con i loro stessi corpi il Necrarca ... in questo intento cadono almeno in dieci di loro ...

Poi pero' il necrarca viene colpito dal Cervo con un'incornata che in se rivela il tocco stesso di Crom ... il necrarca allo sbando cerca di fuggire in un'altra stanza ma per lui non vi è che la morte ...

Subito vi è una grande gioia ma nello scalpore generale vi sono anche due che fra quei mortali vengono visti a depredare vittime o a derubare i resti dello spirito ... veranno poi riconosciuti come Kalim Kall e Valorium Darkbane dalle masse ...

Molti che non si rendono conto della morte del Necrarca si radunano al suo corpo...


... dopodichè l'emissario li conduce fuori dalla torre verso un luogo sconosciuto...

Molti decidono di lasciare la Torre e tornare col cuore pieno di orgoglio verso la loro dimora ...

... Altri ancora fuggono sapendo di aver commesso atti impure ... altri ancora sono solo spettatori che si sono ritrovati uccisi ...

Ma un manipolo di avventurieri seguì "L'emissario" verso un edificio semi distrutto su una roccia a sud ovest della Torre ...

Arrivati alla piccola rovina egli deve fa mettere in cerchio i valorosi intorno a lui ....

Egli dice loro che per tornare al Dio Crom deve lasciare il corpo per liberare il suo spirito ...

... Prega loro di ucciderlo ... tra lo sbigottimento generale i mortali ascoltano il cervo e lo uccidono

... quei mortali ora vivi hanno in se l'onore degli Dei ....

Tutto sembra finito finalmente ... qualcuno fa ritorno a casa ... quando nel cielo si vede qualcosa che arriva sfrecciando verso di loro ... qualcosa di immenso ...

"Un Evento Mai Udito"

Incarnato su Ardania sotto forma di un demone alato Crom si mostra ai mortali che sono sbigottiti per l'inimmaginabile e unica visione , bardi e loro futuri nipoti non troveranno mai credibile il loro racconto ...

Egli si mostra a loro ringraziandoli di aver salvato Ardania stessa ... Crom sa bene che molti valorosi hanno preso parte alla battaglia contro il Necrarca e che molti di loro , i piu' utili e valorosi alla causa , non sono ora presenti ...

Egli dona delle pietre molto importanti su Ardania alle persone presenti (pietre per Crom , che da loro vengono chiamate denaro) ...

E sceglie uno di loro , maledicendolo per sempre in caso tradisse la parola di Crom , per condonare ai valorosi mancanti e in caso di avanzo alla chiesa di Crom altre pietre ...

La scelta casca su una donna , Laerlyn

Detto questo Crom si congeda salutando i mortali che non potranno mai dimenticare questo giorno...

Ma sarà veramente finita ? Quello sconfitto puo' davvero essere l'unico Necrarca vivo ... e Surtur ? ... troppe sono le domande senza risposta ...