Il Matrimonio del Re di Edorel

Il 5 Lithe Gilbert Ridfort, Primarca di Edorel e Galadriel, sindar di
Tiond si sono uniti in matrimonio con doppio rito:elfico ed umano.

Lo sposo arriva a Tiond con leggero ritardo e saluta la sposa e i
presenti.


Il corteo nuziale si icammina verso l'altare.


Inizia così la cerimonia officiata da Mithras sommo sacerdote di
Tiond.I due testimoni sono Ghijas, per lo sposo, ed Elheyn, per la
sposa.


Il sacerdote consegna due corone di foglie come simbolo dell'unione.

Poi il sacerdote Aral Caladan aggiunge un breve rituale facendo
giurare i due sposini.


Il corteo si sposta ad edorel grazie ad un magico portale aperto da
Mewan.
Tutti entrano nella chiesa addobbata da Ryndil il sarto dove la
sacerdotessa Melshir aspettava gli sposi.


Accomodatisi tutti la cerimonia ha inizio.


Melshir usa la simbologia dei quattro elementi e fa un sermone e dei
riti apprezzati da tutti.


Il rituale prevede che Gilbert consegni una bellissima spada alla sua
sposa pronunciando tali parole:"offro il mio amore e una promessa
solenne:
Mai io volontariamente o involontariamente compirò
alcun atto che possa ferirti
mai io ti tradirò con atti o parole
accetta questa spada,come pegno... Come questa lama
possa il mio amore essere forte
Come questo metallo possa essere la nostra unione
duratura
Accettala amore mio, poichè tutto ciò che è mio è tuo"

mentre Galadriel consegna un'arpa al suo sposo dicendo:"offro il mio
amore e questa promessa solenne:
Mai io volontariamente o involontariamente compirò
alcun atto che possa ferirti
mai io ti tradirò con atti o parole
accetta questa arpa (altro oggetto), il mio
tesoro,come pegno
sia il nostro amore come le note dolce ed armoniose
che essa produce
accettala mio amore, poiché tutto ciò che è mio è tuo".

Alla fine il testimone Ghijas porta gli anelli che recano una bella
incisione, essi vengono benedetti da Melshir e gli sposi se li
scambiano.

Dopo il plauso generale e gli auguri gli invitati si spostano in
Piazza Mercato dove si tiene un lauto banchetto.


Ovviamente non puo mancare il solito taglio della torta. Evviva gli
SPOSI!