Rotiniel , 19 Orifoglia  267
Pace nel Doriath e nei Ghiacci


Affollata la piazza di Rotiniel nella notte del 19 orifoglia ! Cittadini della Perla e nordici di Helcaraxe si radunarono per l'importante evento: la pace con l'Alleanza Elfica era finalmente stata concordata ed un trattato sarebbe stato firmato di lì a poco, ad Ondolinde.
Un drappello di Quenya recanti livrea della Splendente attraversarono indisturbati la Città di Rotiniel, le guardie erano state istruite per lasciarli passare finalmente ! Si presentarono in piazza per scortar i diplomatici fino ad Ondolinde.



Entrarono alla Splendente in rispettoso silenzio, dalle mura le guardie fissavano composte ma stupite il gruppo di elfi e umani che cavalcava fianco a fianco, sul Bianco Ponte d'ingresso. I cavalli furono lasciati ordinatamente ai piedi dell'imponente gradinata del Bianco Palazzo ed Arion Syrmyl in persona si recò fuori ad accogliere gli ospiti, scortato da alcuni suoi Cittadini. Parole d'amicizia e di rinnovato rispetto si riversarono scambievolmente tra le parti un tempo in lotta. Alcuni elfi di Tiond avevano intanto raggiunto gli alleati a Palazzo.



I rappresentanti delle quattro Città si accomodarono nella marmorea Sala delle Riunioni, taluni lasciandosi scappare sguardi e commenti di meraviglia nello sfilare accanto al Tulip per accedere alla stanza.
Arion di Ondolinde sedeva capotavola, Ghera al suo fianco a rappresentare Tiond, Claus dalla parte opposta per Helcaraxe, Siriel e Nahim seduti vicini per Rotiniel. Tutti i regnanti erano scortati da una numerosa rappresentanza cittadina i cui mantelli variopinti donavano alla bianca sala un'inusuale nota di colore.
Fu Arion a parlare per primo facendo gli onori di casa e domandando quali fossero le condizioni richieste per la stesura del trattato. Gli altri Regnanti si alternarono a domandar e rispondere finchè il trattato non fu infine stipulato. La pace sul Doriath fu dunque stretta, ponendo fine ai remoti dissapori tra i suoi abitanti e dando vita ad una nuova era di conoscenza e rispetto reciproci. La stessa pace fu accordata nei confronti dei nordici e tutti i porti e i commerci nel Continente Elfico e nell'isola di Helcaraxe sarebbero stati riaperti al passaggio di elfi e umani di tutte e quattro le Città presenti.
Dopo essersi recati a capotavola per firmare tutti il trattato, i Regnanti lasciarono a gruppi il Bianco Palazzo ed Ondolinde con i loro Cittadini al seguito, soddisfatti dell'accordo finalmente stipulato.