La Campale che decise il destino di Edorel


Prima dell'inizio della Campale vi furono varie ore di preparamenti, nei quali i comandanti degli eserciti impartivano ordini da seguire durante la battaglia.

- GRIFONI -

- EDOREL -

Dopo i vari preparamenti i due eserciti cominciarono a muoversi verso il punto prestabiliti per la Campale e ad organizzarsi nuovamente per l'impatto dell'esercito che prima dei due avrebbe caricato.

- GRIFONI -

- EDOREL -

I due eserciti erano in posizione, indecisi sul da farsi, i Grifoni e i loro alleati attaccarono per primi.

Ma anche gli uomini di Edorel si stavano dirigento verso i Grifoni.

Il primo impatto fu devastante per i Grifoni, molti caddero storditi dalle urla e dal rumore delle armi, fra cui lo stesso comandante.

Dopo i primi momenti, in prim'occhio si potevano notare solo caduti della fazione dei Grifoni, molti infatti erano già rassegnati alla sconfitta, ma i maghi ed i chierici non interrompevano il loro lavoro, continuavano iperterriti a curare i feriti e a ridar corpo ai caduti che riarmandosi tornavano in battaglia.

La prima impressione precedente si rivelò falsa, i guerrieri dei Grifoni avevano sterminato i loro curatori, i caduti di Edorel non tornavano in battaglia, mentre i Grifoni continuarono a battersi.

 

L'esercito di Edorel trovato il punto dove i nemici si riorganizzavano sferrarono un attacco, mossa che però si rivelò letale per loro, infatti vennerono respinti con forza, causando la morte di alcuni. I sopravvissuti vennerò sterminati dai Grifoni, altri invece fuggirono via.

L'esercito della nuova Edorel entrò trionfante nella città che da molte e molte lune non vedevano.