Colpo di Stato ad Amon

Dal diario del Console Tuzzis

Il giorno della presa di Amon:

Il golpe era pronto. Tutto era perfettamente organizzato e nulla era lasciato al caso. La nuova Amon esisteva gia' nella nostra mente.
Ora dovevamo solamente rendere il nostro sogno una realtà.

L'occasione si presento' da sola quando Redual, il vecchio Re di amon, indisse la riunione di tutta la citta' per discutere di delicate
questioni di politica estera.

Per quella sera tutti noi ci siamo organizzati in modo da essere pronti ad ogni evenienza. Non potevamo prevedere la reazione del Re e
dei suoi (pochi) seguaci.

Inoltre per identificarci ci siamo muniti di una veste rossa che avremmo indossato tutti insieme al mio segnale.

La riunione ha inizio e guardandomi intorno notai che i miei seguaci nonche' amici erano in netta maggioranza rispetto ai seguaci del Re.

Abbiamo cercato a tutti i costi uno scontro verbale con il Re, e dopo un po' di tentativi (aveva molta pazienza quella sera), Valorium
alzo' la voce con il Re e questo perdette la pazienza, ordinando alle guardie sedute il suo arresto immediato.


Era il momento. Nessuno si alza e nessuno segue l'ordine del Re.

Diedi il segnale a tutti di indossare le divise e Valorium intima al Re di andarsene perche' il suo governo era decaduto in quel momento.



Redual tenta un attacco a poi una fuga dal palazzo, insieme alla sua consorte e ai suoi fedeli uomini.

Amon era nostra! SUPRA VIRES!